Beyond Meat: Wall Street vende dopo trimestrale sotto le attese | Investire.biz
Kimura Trading

Beyond Meat: Wall Street vende dopo trimestrale sotto le attese

Terzo trimestre consecutivo in cui Beyond ha registrato una perdita più ampia del previsto. Vediamo tutti i dettagli e cosa dice l'analisi tecnica sul titolo

Beyond Meat ha riportato una perdita più ampia del previsto nel primo trimestre poiché i clienti dei ristoranti faticano a ritornare e gli acquirenti di generi alimentari non stanno più accumulando i suoi prodotti sostitutivi alla carne. Le azioni della società hanno registrato una flessione del 5,3% prima di recuperare parzialmente e chiudere in rosso del 2,08% a Wall Street.

Tuttavia, il CEO Ethan Brown ha affermato che la società sta assistendo a un “lento disgelo” nel suo segmento di servizi di ristorazione negli Stati Uniti e in alcuni mercati internazionali, spingendo la società a pubblicare una previsione dei ricavi per il prossimo trimestre.

 

Beyond Meat: terzo trimestre consecutivo sotto le attese

Gli analisti, secondo un sondaggio condotto da Refinitiv, si aspettavano una perdita per azione di 19 centesimi di dollaro contro i 42 centesimi rettificati effettivamente risultati. Le entrate sono risultate pari a 108,2 milioni di dollari contro i 113,7 milioni previsti.

Nel primo trimestre Beyond Meat ha riportato una perdita netta fiscale di 27,3 milioni di dollari, in calo rispetto all’utile netto di 1,8 milioni di dollari dell’anno precedente. Questo è il terzo trimestre consecutivo in cui Beyond ha registrato una perdita più ampia del previsto. L’azienda ha reinvestito nella propria attività cercando di posizionarsi come attore globale. Beyond ha ora stabilimenti di produzione in Cina e nei Paesi Bassi, ad esempio.

L'utile lordo del primo trimestre è stato di 32,7 milioni di dollari, con un margine lordo del 30,2%, rispetto a 37,7 milioni di dollari e un margine del 38,8% nello stesso periodo dell'anno scorso. Ha incolpato i maggiori costi di trasporto e magazzinaggio, tra le altre spese, e l'aumento degli sconti commerciali e dei cambiamenti nel mix di vendita dei prodotti.

Le vendite al dettaglio negli Stati Uniti sono aumentate del 27,8% durante il trimestre. Le vendite nei negozi di alimentari e nei minimarket hanno rappresentato più di tre quarti del fatturato totale della società negli USA. Prima della pandemia di Covid-19, le vendite al dettaglio rappresentavano solo circa la metà delle entrate di Beyond.

Le vendite di servizi di ristorazione negli Stati Uniti sono diminuite del 26% poiché i menu semplificati e il minor traffico di clienti nei ristoranti hanno compromesso la domanda. Beyond ha anche perso circa 3.000 punti di ristorazione, che la società ha attribuito alla crisi economica provocata restrizioni.

Al di fuori del mercato statunitense, le vendite sono aumentate del 12,5%, alimentate dall’impennata della domanda al dettaglio. Le vendite internazionali di generi alimentari sono quasi triplicate durante gli ultimi tre mesi. Nel complesso, le vendite globali rappresentano un quarto dei ricavi dell’azienda dal momento che i prodotti sostituti della carne di Beyond sono venduti in oltre 80 Paesi in tutto il mondo.

Le azioni della società sono state messe sotto pressione questo mese dopo che Tyson Food ha lanciato la propria gamma di sostituti della carne a base vegetale. Anche il rivale di Beyond Meat, Impossible Foods, ha intensificato una guerra dei prezzi, annunciando il suo secondo taglio dei prezzi in meno di un anno e sconti per i clienti al dettaglio. Impossible Foods ha aumentato i volumi di vendita e guadagnato quote di mercato "in gran parte a scapito di Beyond Meat", ha affermato Alexia Howard, analista di Bernstein.

 

Beyond Meat: le previsioni per il secondo trimestre

Per il secondo trimestre, la società prevede un fatturato compreso tra 135 milioni e 150 milioni di dollari, corrispondente ad un aumento dal 19% al 32% rispetto allo stesso periodo di un anno fa. Gli analisti prevedono un fatturato netto di 142,8 milioni di dollari per il prossimo trimestre. I vertici della società hanno affermato che la Beyond Meat non ha incluso nelle previsioni un aumento significativo delle vendite dei servizi di ristorazione.

Beyond Meat ha concluso diversi accordi con grandi catene di ristoranti nel primo trimestre. La società ha firmato un accordo triennale con McDonald's che lo rende il fornitore preferito del prossimo hamburger McPlant della catena. Beyond Meat ha firmato un accordo simile con Yum Brands, la società madre di KFC, Pizza Hut e Taco Bell, e ha formato una partnership con PepsiCo per co-sviluppare snack e bevande a base vegetale.

Il CEO Brown ha affermato che la società rivisiterà le prospettive se ci sarà una significativa ripresa dei contagi da Covid-19 negli Stati Uniti o in altri mercati importanti. La società non ha fornito previsioni per l’intero anno, citando appunto l’incertezza causata dalla pandemia. Il CFO Mark Nelson si è dimesso mercoledì, come precedentemente annunciato. Brown ha detto che la società rivelerà il suo successore nelle prossime settimane.

 

Beyond Meat: analisi tecnica e strategie operative

Con il calo registrato nelle ultime sedute le quotazioni di Beyond Meat si sono avvicinate ad un supporto orizzontale particolarmente importante, a 113,24 dollari per azione. Questo livello ha sostenuto i corsi in diverse occasioni tra novembre 2020 e gennaio 2021, dunque segnali di forza a ridosso di questo potrebbero essere interpretati come opportunità di acquisto.

Nel lungo periodo la struttura tecnica rimane ancora ingessata nell’ampio trading range che vede come base il livello precedentemente menzionato e come resistenza il livello a 197,78 dollari lasciato in eredità dai massimi di ottobre 2020.

In questo contesto l’operatività rimane quella di comprare sulla parte bassa del range e vendere su quella alta. Una violazione della trendline che collega il massimo del 26 gennaio scorso con quello del 29 aprile, ora transitante a 132,60 dollari, potrebbe dare il via a strategie long con target ambizioso identificabile sulla parte alta del range in area 197 dollari.

 

Vuoi fare trading sulle azioni Beyond Meat?

Con la piattaforma di kimura trading puoi negoziare le azioni americane tra cui Beyond Meat senza commissioni e con spread ultra competitivi.

Apri un conto REALE da QUI

Richiedi un conto DEMO gratuito da QUI

 

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti