Auto elettriche: nel 2025 arriva la prima Ferrari | Investire.biz
Kimura Trading

Auto elettriche: nel 2025 arriva la prima Ferrari

Ferrari ha annunciato il lancio del primo modello completamente elettrico entro il 2025. Riuscirà il titolo a riportarsi sui massimi storici? Dettagli e analisi tecnica

Anche Ferrari entra ufficialmente nel mercato della transizione energetica annunciando il primo modello completamente elettrico, che verrà lanciato entro il 2025. La dichiarazione è stata fatta dal Presidente del Cavallino Rampante John Elkann nel corso dell’assemblea degli azionisti che si è tenuta oggi.

Nel primo semestre del 2019, il gruppo aveva lanciato la sua prima auto ibrida su strada suscitando un ottimo successo a livello internazionale. Il Presidente Elkann si è dimostrato estremamente orgoglioso della nuova vettura elettrica, assicurando che il team della Casa di Maranello sarà in grado ancora una volta di stupire la propria clientela.

Nei prossimi mesi saranno presentati al mercato tre nuovi modelli, a conferma che Ferrari intende mantenere un ritmo elevato di nuove vetture. Ciò avviene dopo tre nuovi modelli lanciati in un anno difficile come il 2020.  

Come da consuetudine, anche stavolta Ferrari non ha rivelato i dettagli dei nuovi modelli: dovremo quindi aspettare le presentazioni ufficiali per scoprire le loro caratteristiche. Oltre ad occuparsi di vetture, l'azienda ha annunciato che a giugno verrà messa sul mercato una linea di abbigliamento di lusso uomo e donna a marchio Ferrari, che sarà venduta sia in negozio che sul web.

Partendo dalla notizia, andiamo ora a vedere il quadro tecnico e i livelli operativi di trading di Ferrari, che a Piazza Affari sta cercando di riportarsi sui massimi storici.

 

Azioni Ferrari: analisi tecnica e strategie operative

Il violento sell-off che ha coinvolto lo scorso anno tutti i mercati finanziari globali in corrispondenza dello scoppio della pandemia Covid-19, non ha alterato la struttura rialzista di lungo periodo delle azioni. Dopo aver rotto al ribasso la media mobile a 200 giorni nel marzo 2020, i prezzi hanno ripreso a salire recuperando rapidamente quanto perso.

Il titolo ha quindi continuato il suo rialzo aggiornando costantemente i propri top storici. A fine dicembre 2020, dopo aver toccato il massimo in area 191,30 EUR, le quotazioni hanno intrapreso una brusca fase discendente che sembra essersi arrestata in prossimità della media mobile a 200 giorni.

Le quotazioni sono poi rimbalzate fino ad arrivare a una resistenza che si è dimostrata ostica in area 181,90 EUR. In caso i prezzi dovessero superare con decisione questo livello, ci sarebbero buone possibilità di riportarsi sul massimo storico.

Le notizie di carattere fondamentale e l'analisi del grafico con time frame giornaliero consentono così di individuare i seguenti livelli chiave, per la strutturazione di strategie di trading long e short:

 

Long

Ingresso: breakout area 181,90 EUR
Stop: appena al di sotto di area 173,20 EUR
1° target: area 184 EUR
2° target: 191,30 EUR

 

Short

Ingresso: breakout area 173,20 EUR
Stop: appena al di sopra di area 181,90 EUR
1° target: area 168,20 EUR
2° target: area 162 EUR.

 

 

 

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti