Kimura Trading

A Wall Street azioni Apple al test Covid, Fitness + e Apple Watch

In un evento di ieri, Apple ha dato un assaggio della sua nuova gamma di prodotti e servizi prima del lancio dei nuovi modelli di iPhone. Il colosso di Cupertino, che punta ad azzerare le sue emissioni inquinanti entro i prossimi 10 anni, si è dimostrato ancora una volta al passo con i tempi. Al momento della scrittura, le azioni della mela morsicata non stanno offrendo molti spunti nel premarket di Wall Street, dove lasciano sul terreno lo 0,61%.

Apple: il Coronavirus modella la nuova offerta

L’attore principale della giornata di ieri è stato sicuramente l’Apple Watch, presentato in due versioni. La prima tipologia è la “Serie 6” e introduce importanti novità, come la possibilità di fare elettrocardiogrammi e di misurare il livello di ossigeno nel sangue in soli 15 secondi. Queste innovazioni sono importanti in un’epoca in cui la pandemia di Coronavirus ha completamente rivoluzionato le nostre vite. È infatti bene ricordare come nel pieno dell’epidemia in Italia i saturimetri, dispositivi per misurare proprio l’ossigenazione del sangue, erano sostanzialmente introvabili.

La seconda versione dell’orologio targato Apple si chiama SE e ha un costo più basso del modello più recente, senza però avere le funzioni di ECG e di controllo ossigeno. La salute resta una priorità per l’azienda guidata da Tim Cook, che ha lanciato un nuovo servizio a pagamento per l’attività fisica multilivello chiamato Fitness+, il quale mette in contatto dall’Apple Watch con iPhone, iPad e Apple TV. In un contesto in cui i lockdown hanno cambiato le abitudini delle persone, la società di Cupertino ha lanciato anche Apple One, un box che include tutti i servizi di Apple (ad esclusione di Fitness+) a prezzi competitivi.

L’ultima novità riguarda il nuovo iPad Air, che presenta un prezzo inferiore alla versione Pro ma ha diverse caratteristiche migliori. In tal senso, la rivoluzione è anche estetica, visto che sparisce il tasto Home. Il lancio di questo prodotto anticipa inoltre quello del chip A14 Bionic, il quale sarà presente anche sui nuovi modelli di iPhone. L’offerta di tablet si amplia anche con l’aggiornamento della versione base del tablet, arrivato alla sua ottava generazione.

Azioni Apple: analisti rivedono al rialzo le stime

Dopo la pubblicazione di parte della nuova offerta di Apple, sia gli analisti di Needham che quelli di Piper Sandler hanno alzato le loro raccomandazioni sulle azioni della mela morsicata. Nel dettaglio i primi hanno alzato il target price da 112,5 a 140 dollari, la seconda da 113 a 130 dollari. Alla chiusura di ieri, il titolo si è attestato a 115,54 dollari. I consensi degli esperti censiti da Reuters da invece 14 giudizi di “buy”, 14 “outperform”, 8 “hold”, 1 “underperform” e 2 “sell”.

Azioni Apple: analisi tecnica e strategie operative

Da un punto di vista grafico, le azioni Apple a Wall Street sono inserite all’interno di un forte uptrend, corroboratosi con la rottura della linea di tendenza che unisce i massimi del 4 settembre 2019 a quelli del 10 gennaio 2020. Dopo aver aggiornato i top storici a 138,55 dollari, i prezzi hanno formato un pattern di Bearish Engulfing dando vita alla correzione più profonda da inizio anno. Al momento i corsi stanno congestionando a ridosso del livello orizzontale a 109,96 dollari, ma i venditori avrebbero ulteriore spazio di discesa fino a 106,15 dollari, dove passa la linea di tendenza che unisce i minimi del 23 marzo e 24 luglio 2020.

Se le pressioni ribassiste dovessero proseguire oltre, il target delle vendite avrebbe la possibilità di spostarsi a 93 dollari, dove verrebbe completato il pullback della resistenza menzionata prima. A livello operativo sembra ancora conveniente andare a ricercare strategie long, magari pazientando un ritracciamento tra i 100 e i 91 dollari. In questo senso, lo stop loss sarebbe localizzato a 73 dollari e l’obiettivo a 140 dollari.

0 - Commenti