Oro: record di acquisti delle Banche centrali, nuovi long in arrivo? | Investire.biz

Oro: record di acquisti delle Banche centrali, nuovi long in arrivo?

04 nov 2022 - 13:30

Come operare sull’oro? È il momento di comprare il metallo prezioso? Vediamo cosa dice l’analisi tecnica e come operare con i Certificati Turbo24 di IG

L’oro è attentamente monitorato dagli investitori negli ultimi giorni. Secondo il World Gold Council, nel terzo trimestre del 2022 le Banche centrali hanno acquistato la cifra record di 399 tonnellate di metallo prezioso, per un valore di circa 20 miliardi di dollari, contribuendo ad aumentare la domanda globale di oro.

La domanda di oro è stata forte anche da parte dei gioiellieri e degli acquirenti di lingotti e monete d'oro, ma gli ETF si sono ridotti. L'oro è considerato un bene rifugio nei periodi di incertezza, ma molti investitori hanno venduto quote di ETF garantiti dall'oro a causa dell'aumento dei tassi che a sua volta ha spinto al rialzo i rendimenti di altri asset.

In totale, la domanda mondiale di oro è stata di 1.181 tonnellate nel periodo luglio-settembre, con un aumento del 28% rispetto alle 922 tonnellate dello stesso periodo del 2021, secondo l’ultimo rapporto del World Gold Council, tornando ai livelli pre-pandemia.

L'acquisto da parte delle Banche centrali nel terzo trimestre ha superato di gran lunga il precedente record trimestrale dei dati che risalgono al 2000 e ha portato i loro acquisti a 673 tonnellate, più degli acquisti totali in qualsiasi anno dal 1967.

Tra i grandi acquirenti figurano le Banche centrali di Turchia, Uzbekistan, Qatar e India, ma il World Gold Council ha dichiarato che una quantità sostanziale di oro è stata acquistata anche da Banche centrali che non hanno comunicato i loro acquisti pubblicamente.

Per Wayne Gordon, Strategist di UBS, la sensibilità dell'oro ai suoi driver di lungo periodo è cambiata: le prospettive sono ancora determinate dalla direzione del dollaro USA e dalle mosse della Federal Reserve. "Vediamo, quindi, rischi di ribasso per l'oro fino alla fine dell'anno, una certa stabilizzazione nel primo semestre 2023 e una moderata ripresa entro la fine del prossimo anno", ha affermato l'esperto.

Gordon suppone che il dollaro statunitense raggiunga il suo picco nel primo trimestre del prossimo anno e che la Banca centrale USA si fermi nel secondo trimestre del 2023. In questo contesto, vediamo ora il quadro tecnico dell’oro e come operare secondo l’analisi tecnica.

 

Materie prime, oro: analisi tecnica e strategie operative

 

Il quadro tecnico dell’oro rimane impostato al ribasso nel medio periodo, in particolare dai massimi registrati a marzo in area 2.070 dollari l’oncia. Nel breve termine i corsi si mantengono al di sopra del supporto statico a 1.614 dollari, livello testato in più occasioni da settembre scorso.

Importante evidenziare inoltre la linea di tendenza discendente che collega i massimi registrati a marzo, aprile, agosto e ottobre 2022, ora transitante a 1.667 dollari l’oncia. La rottura di questo livello e della successiva resistenza statica a 1.680 dollari l’oncia muterebbe il quadro tecnico di breve periodo a favore dei compratori.

In tal caso e forze rialziste avrebbero ampio spazio di manovra verso la successiva area di concentrazione di offerta a 1.786 dollari l’oncia, livello lasciato in eredità dai minimi registrati a gennaio e maggio 2022 e testato più recentemente ad agosto.

In caso di recupero delle quotazioni verso i 1.670 dollari l’oncia, segnali di debolezza potrebbero essere sfruttati per l’implementazione di strategie di matrice ribassista con primo obiettivo di profitto in area 1.615-1.600 dollari l’oncia. Un target più ambizioso potrebbe invece essere localizzato a 1.570 dollari l’oncia. Vediamo ora come operare sull’oro con i Certificati Turbo 24 di IG.

 

Materie prime, oro: le strategie operative con i Certificati Turbo24 di IG

Per quanto riguarda l’operatività, si potrebbero valutare strategie short da 1.670 dollari. Lo stop loss potrebbe essere localizzato a 1.685 dollari, mentre il target a 1.614 dollari. Per questo tipo di operatività abbiamo scelto i Certificati Turbo24 di IG, in particolare il Certificato Turbo Short sull’oro con un livello Knock-Out (KO) superiore alla zona scelta per il nostro stop loss.

Nel dettaglio, il Certificato scelto è il Turbo24 Short con ISIN DE000A23BGG9, livello di KO a 1.820,49 dollari e leva 10. Per trovare la corretta size di ingresso a mercato, ricordiamo di controllare il moltiplicatore (sotto la voce info). L’ammontare massimo che si potrà perdere non supererà in ogni caso l’investimento iniziale: perché accada ciò le quotazioni dell’oro dovranno raggiungere il livello di KO del Certificato.

I clienti che operano sul mercato regolamentato Spectrum Markets riceveranno un importo pari a 3 euro per ogni 1.000 Turbo24 negoziati, per un massimale di 1.000 euro ogni mese ( scopri come funziona il cash-back mensile di IG).

 

 

 

 

 

 

 

DISCLAIMER

Questo articolo è stato sponsorizzato dall'emittente o dall'intermediario menzionato. Le informazioni in esso contenute non devono essere considerate né interpretate come consulenza in materia di investimenti. Eventuali punti di vista e/o opinioni espressi non sono intesi e non devono essere interpretate come raccomandazioni o consigli di investimento, fiscali e/o legali. Investire.biz non si assume alcuna responsabilità per azioni, costi, spese, danni e perdite subiti a seguito di informazioni, punti di vista o opinioni presenti su questo sito. Prima di intraprendere decisioni di investimento, invitiamo gli utenti a leggere la documentazione regolamentare sempre disponibile per legge sul sito dell'emittente ed ottenere una consulenza professionale.

 

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti

I Nostri Partners


Malta

ELP Finance LTD

34, Wied Ghomor Street, St. Julians STJ 2043 – Malta

+356 20 341590

Switzerland

ELP SA

Corso San Gottardo 8A, 6830 Chiasso, Switzerland

+41 91 9228169

ELP Finance LTD e il suo sito web non offrono servizi finanziari, regolamentati o di investimento. Le informazioni presenti sul sito non devono essere considerate consigli di investimento personalizzati e sono disseminate sul sito e accessibili al pubblico in generale. Tutti i link e i banner sui siti web della società puntano verso società finanziarie, fornitori di servizi di investimento o banche regolamentate in Europa.

Si prega di leggere Dichiarazione di non responsabilità, Informativa sui rischi, Informativa sul trattamento dei dati personali, Termini e condizioni e la Politica sulla sicurezza informatica prima di utilizzare questo sito Web. Continuando ad accedere o utilizzare questo sito Web o qualsiasi servizio su questo sito, dichiari di accettare questi termini e condizioni. Tutti gli investimenti finanziari comportano un certo livello di rischio. Il trading online comporta un alto livello di rischio e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. Prima di decidere di investire dovresti considerare attentamente i tuoi obiettivi di investimento, il livello della tua esperienza, la tua disponibilità ad assumerti dei rischi e consultare un consulente indipendente. C'è sempre la possibilità di perdere l'investimento, per intero o parte di esso. Quindi ti suggeriamo di investire denaro che puoi permetterti di perdere.

Dichiarazione di non responsabilità - Informativa sui rischi - Informativa sul trattamento dei dati personali - Termini e condizioni - Politica di sicurezza informatica - Codice Etico - Cookie policy

© 2022 Investire.biz, all rights reserved.