Criptovalute, bitcoin: cosa suggerisce l’analisi tecnica? | Investire.biz

Criptovalute, bitcoin: cosa suggerisce l’analisi tecnica?

18 ago 2022 - 15:00

18 ott 2022 - 16:14

Il bitcoin cede terreno e si riporta in area 23.400 dollari dopo i verbali della Fed. L’intero mercato delle criptovalute intanto è sotto la lente con le nuove regole BCE

I mercati delle criptovalute hanno perso ulteriore terreno dopo che la Federal Reserve ha rilasciato i verbali della riunione di luglio, in cui l’istituto ha affermato che avrebbe continuato ad aumentare i tassi di interesse per domare l'inflazione.

Le minute rivelano che l'inflazione è ancora troppo alta, nonostante il mercato del lavoro fosse forte e la disoccupazione molto bassa, e non c'erano ancora prove che si sarebbe calmata. “I partecipanti hanno osservato che l'inflazione è rimasta inaccettabilmente alta ed era ben al di sopra dell'obiettivo a lungo termine del Comitato del 2%”, si legge nel verbale.

La Fed ha aggiunto che avrebbe bisogno di rallentare il ritmo degli aumenti dei tassi "a un certo punto", ma ciò dipenderebbe dai dati futuri. L'inflazione negli Stati Uniti è attualmente ai massimi da 40 anni. La maggior parte dei Paesi del mondo sta combattendo contro l'aumento dei prezzi. Bitcoin, Ethereum e praticamente ogni altra moneta virtuale e token sono stati ampiamente correlati alle Borse quest’anno.

Gli investitori che detengono criptovalute le hanno vendute per lo più con asset "rischiosi", come le azioni tecnologiche, preferendo invece mantenere i dollari USA. Ciò ha contribuito a far salire inesorabilmente il dollaro statunitense, ad oggi la più grande valuta di riserva del mondo.

 

Bitcoin: in arrivo le nuove regole BCE per le banche che offrono criptovalute

L’attenzione sul mercato delle criptovalute rimane alta nelle ultime ore. In Europa la BCE guidata dalla presidente Christine Lagarde è pronta ad armonizzare le regole con cui gli istituti di credito offrono le criptovalute, per assicurarsi che le banche abbiamo le competenze e i capitali necessari per operare in questo settore.

Lo ha comunicato in una nota l'Eurotower, dopo che vari legislatori europei hanno spesso descritto il settore degli asset digitali con un "Far West normativo" sul quale è necessario intervenire al più presto. Al momento la Banca centrale europea ha svelato soltanto le sue intenzioni, che dovrebbero essere messe in pratica con una serie di regole già all’inizio del prossimo anno.

Ad oggi la regolamentazione è stata attuata dai singoli Paesi membri, che si sono adoperati per prevenire riciclaggio di denaro e altre attività criminali tramite criptovalute. La BCE controllerà poi se gli istituti di credito siano in grado di identificare i rischi associati alle cripto, e se i componenti dei CdA e i team informatici abbiano "una solida esperienza" nel settore.

 

Criptovalute, bitcoin: analisi tecnica e strategie operative

Il quadro tecnico del bitcoin è orientato al ribasso nel medio-lungo periodo, anche se nel breve termine i corsi hanno dato vita ad un modello di massimi e minimi crescenti che ha riportato le quotazioni in prossimità dei 25.000 dollari, prima di virare al ribasso dopo la pubblicazione dei verbali della Fed.

Un superamento della resistenza orizzontale a 25.380 dollari potrebbe dare spazio ad un nuovo allungo dei compratori, inizialmente fino al test della linea di tendenza discendente che collega i massimi registrati a novembre 2021 e marzo 2022, ora transitante a 28.000 dollari.

Successivamente le forze rialziste potrebbero mirare alla successiva area resistenziale che conta i minimi di gennaio 2022 a 33.000 dollari. Al contrario, segnali di debolezza attorno ai 25.000 dollari potrebbero essere sfruttati per l’implementazione di strategie short con obiettivo in area 17.700 dollari.

 

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti

I Nostri Partners


Malta

ELP Finance LTD

34, Wied Ghomor Street, St. Julians STJ 2043 – Malta

+356 20 341590

Switzerland

ELP SA

Corso San Gottardo 8A, 6830 Chiasso, Switzerland

+41 91 9228169

ELP Finance LTD e il suo sito web non offrono servizi finanziari, regolamentati o di investimento. Le informazioni presenti sul sito non devono essere considerate consigli di investimento personalizzati e sono disseminate sul sito e accessibili al pubblico in generale. Tutti i link e i banner sui siti web della società puntano verso società finanziarie, fornitori di servizi di investimento o banche regolamentate in Europa.

Si prega di leggere Dichiarazione di non responsabilità, Informativa sui rischi, Informativa sul trattamento dei dati personali, Termini e condizioni e la Politica sulla sicurezza informatica prima di utilizzare questo sito Web. Continuando ad accedere o utilizzare questo sito Web o qualsiasi servizio su questo sito, dichiari di accettare questi termini e condizioni. Tutti gli investimenti finanziari comportano un certo livello di rischio. Il trading online comporta un alto livello di rischio e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. Prima di decidere di investire dovresti considerare attentamente i tuoi obiettivi di investimento, il livello della tua esperienza, la tua disponibilità ad assumerti dei rischi e consultare un consulente indipendente. C'è sempre la possibilità di perdere l'investimento, per intero o parte di esso. Quindi ti suggeriamo di investire denaro che puoi permetterti di perdere.

Dichiarazione di non responsabilità - Informativa sui rischi - Informativa sul trattamento dei dati personali - Termini e condizioni - Politica di sicurezza informatica - Codice Etico - Cookie policy

© 2022 Investire.biz, all rights reserved.