Apple: come operare dopo trimestrale e inchiesta Commissione UE? | Investire.biz

Apple: come operare dopo trimestrale e inchiesta Commissione UE?

Come operare sulle azioni Apple? È il momento di comprare o vendere il colosso di Cupertino a Wall Street? Vediamo come operare secondo l’analisi tecnica

Apple è di recente sotto la lente degli investitori. Giovedì scorso la società ha comunicato i risultati del primo trimestre: le entrate del colosso di Cupertino sono cresciute di quasi il 9% anno su anno nel trimestre conclusosi a marzo, mostrando una forte crescita e diminuendo le preoccupazioni degli investitori per il deterioramento del contesto macroeconomico che influisce sulla domanda di smartphone e PC di fascia alta.

Il CFO di Apple, Luca Maestri, ha avvertito di diverse sfide nel trimestre in corso, inclusi i vincoli di fornitura legati alla pandemia di Covid-19 che potrebbero danneggiare le vendite tra 4 e gli 8 miliardi di dollari. Il gigante della tecnologia ha anche avvertito che la domanda in Cina è stata indebolita dai blocchi legati all’aumento delle infezioni da Coronavirus. Il CEO di Apple, Tim Cook, ha aggiunto che la società “non è immune” dalle sfide della catena di approvvigionamento.

Nel dettaglio, l’EPS si è attestato a 1,52 dollari (stime a 1,43 dollari), mentre il fatturato è stato di 97,28 miliardi di dollari contro i 93,89 miliardi attesi, in crescita dell’8,59% su base annuale. Il margine lordo è risultato pari al 43,7% contro il 43,1% stimato.

Apple non ha fornito una previsione per il trimestre in corso: la società non ha più fornito indicazioni ufficiali sulle entrate da febbraio 2020, citando l’incertezza legata alla pandemia. Inoltre, il gigante tech USA ha affermato che il CdA ha autorizzato 90 miliardi di dollari in riacquisti di azioni. L’azienda ha speso 88,3 miliardi di dollari in riacquisti nel 2021, secondo S&P Dow Jones Indices.

Apple è inoltre in evidenza nelle ultime ore per un’inchiesta della Commissione Europea. Il colosso USA viene accusato di abusare della sua posizione dominante nel mercato dei wallet digitali mobili e rischia di dover pagare una multa salata e, ancora peggio, di dover aprire il proprio sistema di pagamenti mobili alla concorrenza.

Lo ha comunicato la Commissione Europea alla società attraverso una comunicazione degli addebiti. Nello specifico, il presunto abuso riguarderebbe i limiti imposti da Apple ai suoi concorrenti nell’utilizzo della tecnologia per i pagamenti contactless con i dispositivi mobili nei negozi.

L’istituzione europea ha contestato la decisione di Apple di impedire agli sviluppatori di app di wallet mobili di accedere all'hardware e al software sui propri dispositivi, rendendo di fatto Apple Pay l'unica app compatibile con i dispositivi iOS. Vediamo ora il quadro tecnico della società e come operare con i Certificati Turbo24 di IG.

 

Azioni Apple: analisi tecnica e strategie operative

Il quadro tecnico di Apple appare debole a Wall Street, con le quotazioni che hanno raggiunto area 155 dollari dai 180 dollari visti a fine a marzo 2022. I corsi al momento si trovano in prossimità di un’area di concentrazione di domanda importante, che conta i minimi registrati tra gennaio e marzo 2022. Questa zona di supporto è compresa tra i 150 e i 155 dollari.

Segnali di forza da questo sostegno potrebbero essere sfruttati per l’implementazione di strategie di matrice rialzista con obiettivo di profitto a 180-182 dollari. La violazione dei 150 dollari potrebbe invece dare il via a un nuovo impulso ribassista che avrebbe come obiettivi i livelli orizzontali a 145 dollari (area di massimi di gennaio 2021) e successivamente a 138 dollari, minimi registrati a ottobre 2021. Vediamo ora la strategia e i livelli operativi nel dettaglio.

 

Azioni Apple: le strategie operative con i Certificati Turbo24 di IG

Per quanto riguarda l’operatività, si potrebbero valutare strategie long da 155 dollari. Lo stop loss potrebbe essere localizzato a 150 dollari, mentre il target a 180 dollari. Per questo tipo di operatività abbiamo scelto i Certificati Turbo24 di IG su azioni, in particolare il Certificato Turbo Long su Apple con un livello Knock-Out (KO) inferiore alla zona scelta per il nostro stop loss.

Nel dettaglio, il Certificato scelto è il Turbo24 Long con ISIN DE000A22XRS7, livello di KO a 143,8612 dollari e leva 11. Per trovare la corretta size di ingresso a mercato, ricordiamo di controllare il moltiplicatore (sotto la voce info). L’ammontare massimo che si potrà perdere non supererà in ogni caso l’investimento iniziale: perché accada ciò le quotazioni di Apple dovranno raggiungere il livello di KO del Certificato.

I clienti che operano sul mercato regolamentato Spectrum Markets riceveranno un importo pari a 3 euro per ogni 1.000 Turbo24 negoziati, per un massimale di 1.000 euro ogni mese ( scopri come funziona il cash-back mensile di IG).

 

 

 

 


DISCLAIMER
Questo articolo è stato sponsorizzato dall'emittente o dall'intermediario menzionato. Le informazioni in esso contenute non devono essere considerate né interpretate come consulenza in materia di investimenti. Eventuali punti di vista e/o opinioni espressi non sono intesi e non devono essere interpretate come raccomandazioni o consigli di investimento, fiscali e/o legali. Investire.biz non si assume alcuna responsabilità per azioni, costi, spese, danni e perdite subiti a seguito di informazioni, punti di vista o opinioni presenti su questo sito. Prima di intraprendere decisioni di investimento, invitiamo gli utenti a leggere la documentazione regolamentare sempre disponibile per legge sul sito dell'emittente ed ottenere una consulenza professionale.

 

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti