28 - Commenti

stefano toscano - 22 giugno 13:49 Rispondi

Buon giorno Matteo

io dal 16 maggio ho interrotto AutoDevaframe per seguire Entropy2. Non ho i tuoi problemi di conto ma ti posso garantire che fino ad ora la situazione  è decisamente negativa anche per me e direi per tutti.

piccola ma inutile consolazione.

Nel tuo caso oltre ovviamente procedere solo con mini lotti tornerei al Trading classico magari approfondendo lo spread Trading.

in bocca al lupo

Claudio Comparin - 22 giugno 14:26 Rispondi

Il progetto di trading automatico di investire.biz è stato senza ombra di dubbio un fallimento. Speriamo se ne rendano conto anche i responsabili. Per quel che mi riguarda continuerò come sempre con il trading manuale. Ti consiglio di studiare e diventare profittevole con strategie manuali prima di imbatterti ancora in dubbi progetti. Hai sbagliato a sottoscrivere un abbonamento annuale, altri soldi letteralmente buttati nel c...o, perchè questo è l'unico settore in cui se compri un prodotto fallato non hai diritto ad alcun rimborso. In fin dei conti è successo esattamente quello che vediamo con le pubblicità ingannevoli in cui ci imbattiamo quotidianamente: promesse mirabolanti, criticate da tutti perchè portano discredito al settore trading on line e delle quali anche qui in investire.biz ci hanno insegnato a non considerare, questa volta ci hanno fregato. Niente di più. Provate a prendervi la briga, con un conto demo, di aprire posizioni a caso in egual numero di quelle fatte dai sistemi automatici in questione e gestirle con un buon money management. Forse non guadagnerete ma di sicuro non subireste le perdite viste.

Matteo Chiesura - 22 giugno 15:57 Rispondi

io devo essere sincero, non è da me buttarmi a capofitto su un business pensando di fare soldi facili; era da ottobre 2017 che stavo cercando un investimento.. non il solito investimento da promotore finanziario, ma qualcosa che mi potesse dare qualche soldino in più tutti i mesi; più o meno da allora seguo la squadra di investire.biz, che si sono dimostrati sempre disponibili, presenti e con tanta tenacia, questo glielo si deve riconoscere.

 

Stupidamente ho pensato: già centinaia di persone reali hanno sottoscritto questo progetto, trader professionisti lo usano per aiutarsi durante le operazioni, il broker si è dimostrato serio fin da subito.. non posso pensare di non farmi almeno il 20% all'anno di profitto con questo devaframe.

in più il denaro è una tematica molto delicata per me, e tutto il team è stato molto bravo a far leva su questo bisogno per upsellarmi il trading system..

 

il fatto è che nella mente di un italiano medio, scatta qualcosa per cui si pensa di essere più intelligenti di coloro che studiano e si fanno un mazzo così ogni giorno in qualunque ambito lavorativo: guadagnare senza fare niente è la massima aspirazione per ognuno di noi, uno specchietto per le allodole. 

 

La cruda realtà è che in pochi ce la fanno a stare in panciolle tutto il giorno vivendo di rendita; chi ce la fa di solito ha passato diversi anni a sacrificare il presente, formarsi ed investire su se stessi per potersi permettere uno stile di vita superiore

Marco Di Vita - 22 giugno 16:50 Rispondi

Ciao Claudio, mi trovi in disaccordo solo sulla questione " pubblicità ingannevole per fregarci " perché:

1- Qualsiasi cosa faccia nella vita che funzioni o che non funzioni non sarò mai in malafede (la mia dignità non é in vendita)

2- Sarebbe stata pubblicità ingannevole se avessi mostrato un' equity annuale di un conto reale, in perdita, ma falsificata per mostrare un finto guadagno

MDV 

Michele Bogliardi - 22 giugno 14:27 Rispondi

Il consiglio che ti posso dare è di perseguire un corretto money management, quindi mini lotti ed un numero adeguato di asset,  per superare il drawdown che l'Entropy2  ha avuto. I risultati arriveranno, sono sicuro..

Inoltre ci saranno sicuramente novità in modo da differenziare al massimo l'operatività.permettendo di minimizzare i momenti di drawdown. Differenziare non solo applicando la stessa strategia sui diversi assets ma  soprattutto utilizzando tecniche totalmente diverse. State sintonizzati.

Matteo Chiesura - 22 giugno 14:40 Rispondi

E per quel che riguarda i cambiamenti dell’Esma? Purtroppo chi come me ha un conto poco capitalizzato, non potrà differenziare chissà quanto sui vari asset, dato l’incremento decuplicato di ogni asset.. l’entropy purtroppo mi ha fatto letteralmente bruciare il conto.. settimane e settimane con il segno meno @claudio comparin

Andrea Bonino - 22 giugno 14:46 Rispondi

Buongiorno a tutti,

è ovvio che non possa far altro che allinearmi ai vostri commenti in merito alla difficoltà di trovare una stabilizzazione degli strumenti ottimizzati in questi mesi...se si guarda con attenzione fin dalle prime tabelle dell'autodevaframe, ben pochi strumenti hanno dato buoni risultati...come è anche ovvio che gli strumenti devono essere aggiornati affinché performino sempre al massimo e non ci possa basare su un'unica analisi. Grande delusione però viene anche dall'impegno che ci eravamo presi, in tanti, sugli strumenti da testare nella famosa Demolab.....non so quanti strumenti abbiano avuto successo o per lo meno un tentativo di ottimizzazione. Personalmente il lavoro che ho fatto sull'argento mi ha soddisfatto ed ancora oggi la versione long a 5min non la considero malvagia.....però degli altri strumenti ben poche tracce. Dal mio punto di vista però la spinta a cercare performance interessanti è venuta decisamente meno con la V3 dell'EA dato che mi limita molto nell'analisi dei risultati e nella scelta delle equity.....non essendo di diretta visibilità la faticosa ottimizzazione fatta su uno strumento, che richiede sempre un passaggio su uno storico più lungo con il nostro MDV, penalizza molto l'analisi degli strumenti. Ricordo mesi fa quando si parlava di studi sull'analisi con "algoritmi genetici" che avrebbero stravolto le nostre ottimizzazioni.....che fine ha fatto? Non posso far altro che cercare di imparare sempre di più e per questo ho seguito il corso di Marco Salerno e Riccardo Zago sull'analisi grafica e successivamente vista la promozione, ho seguito il corso di Giancarlo Prisco sui volumi di Wyckoff nel corso sulle criptovalute. Con il tempo spero che gli sforzi paghino...in senso di guadagni stavolta e non solo in abbonamenti e corsi online..... Investire.biz stupiteci ancora!!!!

gianluca iovenitti - 22 giugno 15:24 Rispondi

Secondo me il progetto trading automatico si riprenderà, sono sicuro.

Luke Skyne - 22 giugno 15:37 Rispondi

per prima cosa, attento che l'abbonamento si rinnova automaticamente alla scadenza e ti addebitano in automatico il costo senza che tu te ne accorga. Poi ho dato un'occhiata all'indicatore devaframe e ho trovato molte analogie con un'altro indicatore ( gratuito) contenuto gia' all'interno della piattaforma di ProRealtime

 

Marco Di Vita - 22 giugno 16:11 Rispondi

Buon giorno Luke, per quanto riguarda il rinnovo automatico dell' abbonamento questo avviene solo nel caso tu non abbia dato disdetta, e non c' é altra soluzione, dato che se le persone si dimenticano di rinnovarlo, poi chiamano perché il sistema non apre più le posizioni ecc., e allora diventa un vero e proprio casino gestire il tutto.

Per quanto riguarda le analogie con altri indicatori, non confondere le analogie grafiche, e cioé, presta bene attenzione perché ci sono molti indicatori che di default non hanno la stessa grafica del DeVfraMe, ma potrebbero averla, dato che si può scegliere la grafica a istogrammi.

Inoltre lo sapevi che con il DeVafraMe puoi cambiare grafica, e come per magia le analogie con altri indicatori scompaiono?

Io ho inizialmente scelto quel tipo di grafica di default, perché mi é sembrata la più semplice da interpretare.

Comunque puoi star certo cheil DeVafraMe non esiste su nessuna piattaforma, non avrei sicuramente speso ore e soldi per far creare una cosa che già esiste!!!

MDV 

Matteo Chiesura - 22 giugno 16:24 Rispondi

@Marco Di Vita se ti trovassi nei panni di qualcuno nella situazione sopraindicata come ti comporteresti?

Marco Di Vita - 22 giugno 16:39 Rispondi

Buon giorno Matteo, non ho nulla da dire al riguardo, nel senso che trovo corretto tutto quello che hai scritto, ci sono stati guadagni, ma ci sono state anche perdite....

Ti ringrazio per aver ammesso che essendo alle prime armi la gestione delle size ecc. non é stata corretta.

Per quanto riguarda le perdite non vengo meno alle mie responsabilità e credo che l' errore più grande che ho commesso fin' ora, é quello di essere andato alla ricerca di time frame bassi per far fronte alle richieste pressanti dei possessori di conti poco capitalizzati, che secondo il mio parere non si é rivelata una scelta vincente.

Cio' che ho appena scritto é supportato da dati indiscutibili, ovvero che il Dax a 30 min ( l' unico strumento i cui parametri sono rimasti praticamente identici poiché é anche l' unico strumento sul quale il trailing stop ha funzionato fin dall' inizio ) dal 01/12/2017 é in profitto rispettivamente long e short di 720 e 620 punti.

Proprio per questo le attuali ottimizzazioni partono dal time frame di 1 min fino ad arrivare a 4 h, scegliendo semplicemente quelli che funzionano senza pregiudizi legati appunto al time frame.

MDV

Ersin Trader - 22 giugno 21:16 Rispondi

Buonasera,

io avevo aperto il conto reale, dopo un annetto di demo, convinto anche dai sistemi automatici, insomma, la speranza e l'aspettativa è (era) tanta!; ho disattivato diverse settimane fa tornando a studiare il tutto "manualmente" con trendline, livelli statici, ichimoku, rsi, ao.

Se un sistema non ha funzionato, alla fine che si abbiamo pochi o tanti soldi, si perde lo stesso.

Sui sistemi penso che siamo stati "sfortunati"; alla fine si basano sulla statistica, cosi come i sistemi manuali ricercano quelle configurazioni che in termini probabilistici potrebbero portare al nostro risultato; per esempio le vecchie ressitenze che rotte poi diventano supporto, semplicemente succede (qualsiasi sia il motivo) e statisticamente ci sono buone probabilià che continuerà a funzionare cosi (nell'ultimo evento a Milano con Discacciati ha paragonato tutto ad una torta, ed ogni pezzo di analisi porta dalla nostra parte una fetta di probabilità in più).

Non so quanto ti sia rimasto, ma nelle tue condizioni (con proporzioni diverse), io ho fermato i sistemi automatici e sono tornato allo studio personale dei grafici alla sera dopo il lavoro. Scegli tu la\e analisi, il margine impiegato, le size, sai quanto ti rimane, se ti convince oppure no..., una gestione "personale" ti responsabilizza anche di più sulla gestione sia patrimoniale che delle operazioni.

In futuro sicuramente rientrerò nel progetto automatico.

Sicuramente nessuno di noi, ne tantomento dello staff, voleva e/o pensava che andasse cosi; il mercato avrà sempre l'ultima parola.

Buon trading a tutti.

Andrea Dini - 23 giugno 10:28 Rispondi

anch'io ragazzi sono in perdita e nn so come comportarmi alle nuove regole .

credo come marco che il nostro sbaglio sia stato il time frame basso perche un trand sui 2 minuti nn puo avere un aspettativa di trovare un profitto con tante pips è normale ,poi l ottimizzazione te la trova ma nn ci si puo aspettare che venga rispettata !!!

per me dobbiamo rivederci e puntare su time frame piu alti .

comunque ripongo ancora tutta la mia fiducia sull'autodeva le statistiche che sono state fatte vedere comprendevano dei bei drowdawn e chi nn li ha presi in considerazione nn puo consolarsi dicendo pubblicità ingannevole.

dai ragazzi continuiamo con un lavorodi gruppo io ci credo ancora!!!!!

Claudio Comparin - 25 giugno 10:47 Rispondi

Sinceramente io non mi consolo affatto dicendo pubblicità ingannevole. La maggior parte delle persone che iniziano a occuparsi e interessarsi delle materie investimenti, finanza ed economia lo fanno indossando un paraocchi e dimostrando una grande credulità prima e tollerabilità poi.
Quando entriamo in banca siamo portati a credere ciecamente a quello che ci viene proposto dai vari consulenti e firmare in pochi minuti contratti molto importanti per la nostra vita, senza informarci correttamente se ciò che ci viene proposto è realmente adatto a noi. Guardiamo cosa è successo ad esempio con le ex banche venete.
Queste stesse persone però se devono comprare un frullatore, ad esempio, girano molti negozi, sia reali che on line, per capire tutte le qualità, caratteristiche e prezzi dell'attrezzo in questione e, una volta acquistato, pronti a far valere le proprie ragioni se diffettoso.
Si diventa invece molto tolleranti se gli investimenti sottoscritti non vanno bene.


Nel caso specifico, se fosse stato diffuso un report come Dio comanda e con un orizzonte temporale di cinque anni potrei capire, ma qui stiamo operando su grafici a un minuto e si è provato pure con time frame inferiori quindi più di sei mesi negativi sono più che sufficienti per capire che si sta sbagliando. Tutto questo, buona fede o non buona fede, se messo in atto da un professionista per me equivale a pubblicità ingannevole.

Marco Di Vita - 25 giugno 11:18 Rispondi

Allora Claudio, se per te é decretato al 100% il fallimento, ed hai quindi la certezza al 100% che i sistemi non funzionano hai appena trovato la gallina dalle uova d' oro!!!!

Ora ti chiederai perché.

È molto semplice, ad ogni operazione aperta dal sistema, se tu ne apri una in senso opposto con il doppio della size, invertendo i valori di stoploss e target il gioco é fatto.

Se il sistema é davvero fallimentare al 100% come tu hai detto, così facendo ti arricchiresti in breve tempo (questo é matematico e non é un opinione), e trovo strano che tu non lo abbia ancora fatto....

MDV

Andrea Rettu - 23 giugno 12:54 Rispondi

Ma qualcuno è in guadagno o perlomeno in pari? Solo io sono più o meno in pari col capitale investito?

Giovanni Di Liberto - 24 giugno 17:48 Rispondi

Solo 2 considerazioni  :

1 ) non esistono sistemi automatici che fanno guadagnare , si trada manulamente .....se avete tempo fate scalping opprure tradate su TF lunghi tipo H4 o daily.

  

Matteo Montu' - 25 giugno 14:18 Rispondi

scalping... hai detto nulla

Maurizio Neri - 24 giugno 19:28 Rispondi

Ciao a tutti,

mi duole constatare che anche per me l'avventura con questi due Trading System termina qui con un conto praticamente bruciato.

Ringrazio MDV perchè l'impegno che profonde da sempre è notevole ed apprezzabile e, indipendentemente dai risultati da me ottenuti, fatto in modo etico qualità peraltro riscontrabile in tutti i collaboratori di Investire.biz.

Per quanto riguarda la personale esperienza Individerei 3  problemi maggiori:

- la mancanza di conoscenza della strategia alla base del Trading System non aiuta nella comprensione dei comportamenti del medesimo, vanificando la possibilità di interventi manuali di fermo e ripartenza.

- non semplicissima gestione dei paramentri (test, ed aggiornamenti)

- versioni diverse dello stesso trading system con logiche di funzionamento diverse (es. dalla mancanza del trailing stop alla sua versione programmata)

per ultimo, ma questo è veramente soggettivo e non imputabile a questi Trading System, gli EA su MT4 hanno una facilità e possibilità di gestione di EA stesso e ordini a mercato a mio parere migliore

Jonathan Longo - 25 giugno 10:09 Rispondi

È un vero peccato perchè quando ho iniziato con il Devaframe i risultati sono stati subito soddisfacenti. Purtroppo su timeframe bassi uno strumento del genere può soffrire parecchio e il mercato nelle ultime settimane mi è sembrato un po' biricchino. In ogni caso grazie alle suove norme è diventato impossibile utilizzare il trading automatico ma visti i risultati non so se lo farei ancora. 
Pensavo di aver trovato il modo di continuare col trading, visto che non ho più molto tempo da dedicargli, ma credo che adesso come adesso non ricomincerei. Ci vuole tanto impegno e tempo per farlo in maniera profittevole e non ho più tutta questa possibilità per poterlo fare... Peccato!

jack Palma - 25 giugno 12:05 Rispondi

Mi unisco ai reclami, quale esperienza negativa. Annullerò il prossimo rinnovo di abbonamento.

Massimo Fogazzi - 25 giugno 13:58 Rispondi

ciao 

quanto tempo  prima bisogna mandare la disdetta dell'abbonamento.

grazie

Marco Di Vita - 25 giugno 15:13 Rispondi

Quando vuoi, l' importante è che sia prima (credo almeno una settimana) della scadenza dell' abbonamento in corso. MDV

Luca Discacciati - 25 giugno 15:19 Rispondi

puoi disdirlo anche subito, se non vuoi piu rinnovare

enzo testa - 25 giugno 17:01 Rispondi

Mi devo associare, con dispiacere, a quanto è stato scritto dagli altri utenti del Devaframe; anche io ho perso soldi, dimezzando il conto, eppure ho sempre seguito i settaggi suggeriti, con le size minime consentite.  Credo che il sistema abbia delle carenze strutturali, nel senso che è basato molto sul caso ( intendo: con i due parametri, deva 1 e 2, si possono ottenere decine se non centinaia di migliaia di combinazioni, lasciando poi al back test il responso sul settaggio  "migliore"). Non è vero, poi, come ci è stato detto, che è trend following, tanti giorni in cui gli strumenti, ad es il dax a 1 minuto variano dell'1% o più non si apre nessun trade- come oggi- se ne aprono invece quando è in laterale. Logico che così si va incontro  a perdite certe. Penso inoltre che Investire abbia fatto troppi sforzi nel marketing, troppa enfasi nel decantare un prodotto, probabilmente appena appena  testato. Anch'io ho deciso di disdire il contratto, sperando che in futuro possiate proporci servizi e prodotti con + sostanza e - marketing

 

manuel basso - 26 giugno 13:31 Rispondi

Buongiorno, mi sento di dire che non è questo gran fallimento, ci vuole pazienza, dal 28 marzo sono in perdita di 1000 euro imputabili principalmente al sistema eur/Usd di Rossano che in un colpo mi ha fatto perdere 500 e quello sul Wallstreet con stop a 250... Altro errore è stato quello di fermare i sistemi sul Dax quando questi in realtà nel tempo hanno performato. Di mio ho sempre operato con il minimo minimo perché non sono un esperto e perché mi è sembrato chiaro fin dall'inizio che è un sistema in fase di sviluppo, attualmente ho limitato tutto al Dax, con Entropy2 ho provato solo una settimana e ho chiuso in pari, ma aspetto a farlo ripartire perché credo che sia ancora da aggiustare. Io ho sempre visto il sistema AutoDevaframe come un qualcosa che prima o poi mi darà anche una piccola entrata non i miliardi. Non credo che disattivare l'abbonamento ora sia una gran cosa, tanto non penso che qualcuno sia vicino alla scadenza e ci sono i due mesi gratis, piuttosto limitiamo o ci fermiamo e stiamo a vedere. Spero un giorno di avere il tempo per affrontare dei corsi con voi per fare trading in manuale. Adesso però è vero staremo a vedere con le regole Esma...

Lorenzo Lazzarini - 02 luglio 13:17 Rispondi

A mio parere ADV ha alcuni grossi problemi per essere definito un Expert Advisor.

Non si comporta come si comporterebbe un trader sempre accorto, razionale, mai stanco e che non si fa prendere dall'emozione (come ci si aspetterebbe da un EA), ma semplicemente applica il suo ignoto algoritmo tutte le volte che ne ricorrono le circostanze. Se picchia la testa contro il muro, continua a picchiarcela fino a rompersela (leggi: bruciare il conto). Questo non lo farebbe nenche il trader principiante più sprovveduto: al secondo stop dietro fila si fermerebbe e si chiederebbe che cosa c'è che non va. L'altro problema è giudicarne la bontà e le prospettive solo in base ai backtest: ero convinto che fosse ragionevole, pur con qualche dubbio, ma mi sembra che almeno negli ultimi due mesi questa convinzione sia stata smentita.

Taglio corto e dico che cosa servirebbe aggiungere.

1- Autotuning (ne avevo parlato con Michele Bogliardi a Milano nel febbraio scorso), non è pensabile stare ore a fare ottimizzazioni sul lungo termine che poi si rivelano totalmente sballate nel breve e medio. Questo processo è largamente automatizzabile e va testato anche su periodi più brevi e medi, e continuamente aggiornato in automatico. Se le situazioni variano troppo, non si otterranno i risultati sperati e vuol dire che ADV non riesce a interpretare correttamente quel dato strumento finanziario in quella fase di mercato. Meglio cercarne un altro.

2-Money management di base: almeno un warning se si rischia di aprire troppe posizioni, si usano troppi strumenti, o size eccessive per la dimensione del conto.

3-Individuazione dei periodi di drawdown con conseguente interruzione del trading automatico e monitoraggio automatico prima di riprenderlo; la suddivisione dell'ADV in 2 sistemi indipendenti, uno long e l'altro short mi era sembrata un colpo di genio da questo punto di vista, ma in realtà non viene sfruttata a questo scopo. Non si può dire che occorre un conto adeguato per sostenere i periodi di drawdown, dopo quanto ci vuole per recuperare? Per prima cosa minimizzare le perdite!

P.S: ESMA: che si fa?