BITCOIN con l' autoDeVafraMe, cosa ne dite?

Buon giorno a tutti, innanzi tutto complimenti a Pierpaolo Servidei dato che i suoi settaggi sul Bitcoin che avevo inserito nella DemoLab il 15 Febbraio hanno funzionato davvero, ed é proprio prendendo spunto da questi, che ho automatizzato il Bitcoin per l' autoDeVafraMe V3 tsp.

I dati originali di Pierpaolo sono stati risettati, dato che la versione originale prevedeva l' utilizzo del trailing stop di ProRealTime, che purtroppo si é rivelato non affidabile, di conseguenza é stato necessario adattarli alla versione V3 che prevede un trailing stop programmato (tsp).

Come vedete nell' immagine, il periodo di back test inizia quando lo strumento ha cominciato a compiere movimenti più consistenti e simili agli odierni, e termina il 15 di Gennaio, ovvero 2 mesi a ritroso da oggi.

Il sistema opera sia long che short con stop loss ma senza target price e quindi sempre con trailing stop attivo, la posizione verrà chiusa al raggiungimento dello stop loss, oppure in stop & reverse o ad attivazione del trailing stop retrocedendo del valore si pointtrailstop.

Il test é stato appositamente effettuato fino al 15 di Gennaio, per verificare un funzionamento reale fino ai giorni nostri ed il risultato...... 

Se lo volete vedere fate un back test fino ad oggi!!!

Come vedete il Draw Down é alto ma é rapportato ai guadagni.

Il test é stato effettuato con il valore di 1$ a punto, ma é possibile scendere fino a 0.2$ a punto.

Fatemi sapere se secondo voi é già il caso di mettere questa versione nella tabella di inserimento dati, dato che a conti fatti é come se il sistema avesse girato 2 mesi in reale.

Per info sull' autoDeVafraMe cliccate QUI

Un saluto Marco

 

10 - Commenti

pierpaolo servidei - 13 marzo 19:57 Rispondi

nelle ultime settimane lo avevo comunque messo in funzione con i settaggi che avevo indicato (versione V1) ed ha funzionato.

segnalo un paio di punti.

il primo e' che l'eventuale target non deve essere troppo alto. io avevo indicato 6282 e funzionava ma un valore piu' alto (direi oltre 6800) avrebbe potuto generare il messaggio di rifiuto del sistema "la distanza limite inserita e' troppo lontana dal prezzo corrente di mercato".

il secondo e' che da ieri, purtroppo, mi ha cacciato fuori e non me lo fa piu' ripartire. col messaggio "il trading automatico non e' autorizzato per questo strumento".

Gabriele Castelli - 13 marzo 23:24 Rispondi

Se vai su Bitcoin usd (E1) ti fà partire l'autodevaframe, senza che tu abbia il problema che indichi. Facendo il backtest sembra identico a quello in dollari; non so se poi in reale funzioni come su quello testato da Marco. Inoltre si può mettere 0.2 contratti nella tabella di compilazione del backtest, mentre quando lo fai partire devi inserire 1 contratto per la chiusura,  perchè non ti fa mettere 0.4. 

pierpaolo servidei - 14 marzo 08:30 Rispondi

grazie gabriele, in effetti quello in euro parte. spero che non venga poi bloccato come quello in dollari.

Angelo Perone - 13 marzo 20:01 Rispondi

salve,

penso che il sistema è ottimo ma lo spread per il Bitcoin è troppo elevato.

Gabriele Castelli - 13 marzo 20:02 Rispondi

Il valore starttime è 085500 oppure è giusto lasciarlo come hai inserito tu (85500) ?

Marco Di Vita - 13 marzo 20:33 Rispondi

Con PERIODOCONTINUO=1 tutto quello che viene inserito in STARTTIME e FINISHTIME non viene considerato

pierpaolo servidei - 29 marzo 19:31 Rispondi

questi i parametri relativi al BITCOIN aggiornati per le versioni V1 e V2.
i risultati sono relativi ad uno spread di 120 pip (anche se, al momento, lo spread di IG per il bitcoin e' di 70 pti) in un

periodo di 15 MILA candele.

BITCOIN USD (1E), TimeFrame 30 minuti

CicloContinuo=1 //PERIODOCONTINUO
noEntryBeforeTime=999999 //STARTTIME
noEntryAfterTime=999999 //FINISHTIME
Long=1 //RIALZO
Short=1 //RIBASSO
TargetStop=1 //STOPTARGET
PointTarget=2395 //TARGETPRICE
PointStop=467 //STOPLOSS
PointMaxLoss=999999 //MAXLOSS
frame1=52 //VALFRAME1
frame2=86 //VALFRAME2
size=0.2 //NUMCONTRATTI
PointSogliaTrailing=251 //STARTTRAILSTOP
PointTrailingStop=2047 //POINTTRAILSTOP

alcuni ritocchi rispetto alla versione precedente (del 13 febbraio) hanno ridotto un altro po' sia il drawdown che la

possibilita' di sforare la massima distanza ammessa rispetto al prezzo corrente.
riguardo agli altri errori ricorrenti (primo fra tutti i dati a volte non accessibili) non saprei che fare, ne' quanto siano

dovuti a prorealtime piuttosto che ad IG, a seconda del momento e del tipo di errore.

riguardo alla V3 mi astengo, per il momento, dal formulare indicazioni in quanto non sono ancora riuscito a capire la

relazione tra le equity (e relativi parametri) che possiamo trovare noi e quelle che puo' individuare marco (e che poi

fornisce nella periodica tabella V3).

pierpaolo servidei - 29 marzo 19:32 Rispondi

Rapporto aggiornato V2

pierpaolo servidei - 29 marzo 19:33 Rispondi

Curava aggiornata V2

Marco Di Vita - 29 marzo 21:50 Rispondi

Ciao Pier Paolo, puoi tranquillamente ottimizzare come stai facendo con la V3, é solo più performante il trailing stop!