The Big Hack - attacco cinese ad Apple e Amazon!

Secondo un rapporto di Bloomberg titolato ‘The Big Hack’, nel 2014 l'esercito di liberazione cinese impiantò microchip maligni su server di computer legati a 30 compagnie statunitensi.

Questi server avevano in mirino grandi aziende come Amazon e Apple. Quello che facevano questi chip era compromettere il software su dispositivi hardware al livello che non può essere rilevato. È in molti modi questo e stato definito come il piu grande attacco silenzioso di sempre.

L'attacco hardware è semplicemente il tipo più efficace di hacking di computer che un'organizzazione possa progettare, questo perché se un sistema hardware viene compromesso, questo influirà sul software interno.

Come è successo?

Un'unità militare cinese ha progettato e prodotto microchip piccoli come una punta di matita.

I microchip sono stati inseriti nelle fabbriche cinesi che hanno fornito Supermicro, uno dei più grandi venditori al mondo di motherboard (schede madri) per server.

Queste motherboard compromesse sono state integrate nei server assemblati da Supermicro.

I server sabotati si sono poi fatti strada all'interno dei data center di diverse aziende americane.

Come è stato scoperto?

Secondo il rapporto, Amazon ha scoperto anni fa quando stava acquisendo una società chiamata Elemental Technology e come parte di un controllo di sicurezza pre-acquisizione, diversi hardware erano soggetti a test.

Nel caso di Apple, era solo un controllo casuale di qualche server.

Qual era l'intento di questa operazione?

All'inizio si potrebbe pensare che l'intento fosse quello di rubare i dati dei consumatori, ma il rapporto Bloomberg mostra che l'attacco riguarda esclusivamente l'accesso dei dati segreti e il furto di proprietà intellettuale.

Amazon, Apple e Supermicro hanno negato tutto questo, ma ciò non sorprende poiché dalle fughe di notizie sembra che questa violazione abbia fatto parte di un'indagine altamente classificata da parte del governo degli Stati Uniti per un po 'di tempo.

Questa storia, su cui Bloomberg ha lavorato per più di un anno, continua a confermare le tensioni tra i due paesi e che il potere technologico è il nuovo modo di fare la guerra. Infatti, il NASDAQ ieri ha avuto il suo peggior giorno da giugno e ha perso quasi il 2%.

1 - Commento

Rossano Montori - 05 ottobre 14:03 Rispondi

Articolo interessantissimo Christian! Grazie per le informazioni.