Quanti Euro per fare altri euro!!!

Buongiorno Traders!!

Vorrei avere un piccolo aiuto da chi è più esperto di me, che cerco di operare nel forex da circa 10 mesi.

Per guadagnare e vivere di trading, quanti soldi mi occorrono in partenza?


Mi sembra proprio azzeccato il parallelismo tra trading e attività imprenditoriale. Quindi, ora proverò a spiegarvi quello che ho pensato.

Se voglio aprire un bar, partendo da zero dovrò affrontare tutta una serie di spese che dovranno coprire i costi per la ristrutturazione, l'arredamento, i macchinari, ecc.. Quindi per poter avviare la mia attività dovrò spendere una cifra x, ben sapendo che potrei arrivare ad avere un guadagno mensile di 1/20 di x, al netto dei costi mensili.


La mia domanda è: ma nel trading, di che capitale devo disporre per fare un buon lavoro ed ottenere un guadagno mensile di 1000 euro? 10.000,00? (tutte le cifre che vi dico ve le dico senza leva, cioè deposito fisicamente 10.000 sul conto ed arrivo a guadagnare ogni mese 1000,00 ). Cioè guadagnando il 10% di 10.000, otterrei 1000 (il 10% lo calcolo sulle somme disponibili nelle mie mani e senza considerare l'effetto leva, cioè non calcolo il 10% sul mio capitale applicando la leva che da 10.000,00 con leva x10 diventano 100.000,00, altrimenti ricaverei 10.000 e starei guadagnando ogni mese il 100%) !! E' poco? E' tanto? E' giusto?

In questi 10 mesi, ho avuto in alcuni casi rendimenti anche del 20% mensili e mi sembravano pochi ed ho voluto fare di più pensando che un buon target sarebbe stato il 40/50%, e forse in alcuni casi anche oltre!!!

La smania di arrivare al 40/50% mi ha fatto bruciare parecchi soldi. Quindi ho iniziato a pensare che la mia era una scarsissima preparazione e che avrei dovuto preparmi di più. Ma le cose non sono cambiate. E quindi credo che forse una grossissima fetta di tutto questo ragionamento sta nel darsi degli obiettivi raggiungibili, piuttosto che darsene di irraggiungibili e per la smania di doverci arrivare per forza, bruciarsi i soldi per strada. E soprattutto svolgere l'attività in maniera tranquilla e non ansiosa. Ma vorrei avere anche un confronto con voi.

Quindi, vi chiedo:


Se volessi guadagnare 1000 euro al mese, di quale capitale iniziale devo disporre, per poterlo ricavare con tranquillità? Con tranquillità inrendo dire che non devo guardare i grafici ogni 5 minuti, che uno stop loss lo accetto senza drammi e soprattutto non lo sposto , che non vado a caricare il conto con una leva eccessiva (se considero un conto da 1000 euro aprirò un mini lotto, massimo due, ma non di più contemporaneamente e comunque su due strumenti diversi).

Badate bene che non voglio farvi i conti in tasca, e quindi non mi interessa sapere quanto ogni mese vi portate a casa. Sarebbe sufficiente avere delle proporzioni. Tutto qua.

Attendo vostre!!!

Buon trading!

7 - Commenti

Roberto Palluzzi - 19/02/2016 12:47 Rispondi

Non sono un esperto, ma se stiamo parlando di trading, credo che questa certezza non potrai mai averla, se parliamo di investimenti a lungo termine, credo un 120% annuo (il 10% mensile che vorresti a tanto equivale) nessun investimento al mondo credo sia in grado di dartelo.

 

Luigi Rocco - 19/02/2016 13:52 Rispondi

Questo tipo di discorso legato alla regolarità dei guadagni è possibile farlo solo con un portafoglio di trading systems testati sul passato, poi in paper trading infine portati sul mercato e  manutenuti (quindi trading meccanico e non discrezionale). In particolare dovresti avere un portafoglio di trading systems poco correlati tra loro che quindi tendono a equlibrare eccessive perdite così come eccessivi guadagni (ci saranno sempre sistemi che ogni mese hanno un attivo ed altri un passivo). Detto ciò, un professionista che adotta una strategia di questo tipo può aspettarsi un guadagni mensile che vanno dal 2% al 6% con una media del 3/4% (capiteranno mesi con piccole perdite dell'1-2-3%). Quindi per avere 1000 euro al mese (lordi), dovresti investire circa 30.000 euro, con un ritorno del 3/4% mensile. 

Il trading dicrezizonale al contrario, permette anche guadagni superiori, anche del 100% o più su base annua (contro un 30/50% di un approccio meccanico), ma con una bassa regolarità.

Se ti interessando guadagni regolari pensa anche a obbligazioni/dividendi ad alto rendimento (però restarai sempre in un intorno di rendimento del 5-15% annuo).

Luigi

Marco Salerno - 19/02/2016 15:31 Rispondi

personalmente il mio obbiettivo mensile fisso è almeno il 7,5% del capitale (poi il mese buono fai il 15 e il mese negativo arrivi solo al 7,5) l'importante secondo me non è tanto il guadagno mensile ma il cercare di ridurre le perdite di molto, io ora come ora ho fatto il 450% facendo sempre il 10% mesile (in media il 14) e non chiudo un mese negativo da marzo 2014 (-1,7%) dalla mia parte ho il discorso che non prelevo i guadagni e quindi l'interesse composto mi permette di fare percentuali alte, diciamo che si se vuoi avere un rendimento di 1000e al mese io per andare sul sicuro farei un deposito di 15.000e e rischiando 1% a posizione se hai una buona analisi tecnica c'è la fai senza problemi. 

Buon Trading e non tirare la troppo la corda che se si spezza il "gioco" è finito ;)

Alessio Cemulini - 19/02/2016 18:32 Rispondi

giusto! ma se non ti va di capitalizzare molto, un alternativa è quella di un money management un po più aggressivo, 5000 di conto 100 euro (2%) massimo sul forex e 200 (4%) massimo sugll'indici che sono più volatili, ovviamente gli ingressi soprattutto sugll'indici dovranno essere molto più chirurgici.

Poi come ogni cosa serve esperienza 

Andrea Borgarello - 19/02/2016 17:37 Rispondi

Le persone che mi hanno preceduto credo abbiamo azzeccato in pieno le risposte, io da buon neofita, penso che con un capitale di 20000 euro, utilizzando una leva 2/3 (quindi 2/3 minilotti per volta), con un margine complessivo impeganto mai superiore al 10% del capitale, un rischio preventivo per trade del 1-2% ti possano dare delle belle soddisfazioni; importantissimo ovviamente avere una strategia di base solida e testata negli anni passati in maniera completa.

Ovviamente ci saranno i mesi in cui le cose girano benissimo e farai molto più del 10%, e i mesi meno buoni, ma nella media penso che un 10% al mese si assolutamente fattibile.

Andrea

Daniele G - 22/02/2016 08:30 Rispondi

Grazie ragazzi per i vostri spunti e le vostre riflessioni!!!

luigi di gennaro - 24/02/2016 18:59 Rispondi

Hanno già detto tutto, peraltro tutto pienamente condivisibile.
Unica precisazione: imprenditoria e trading on line non collimano in tutti i punti. Prendere in esame solo i possibili guadagni non mi sembra il miglior primo approccio: bisogna ahimè prendere in considerazione anche il possibile fallimento.
Prendo l’esempio già usato del bar.  Nel caso in cui l’attività non rende quanto programmato e si è costretti a fallire, per recuperare l’investimento iniziale o parte di esso si può optare con la vendita dei macchinari, qualche pezzo d’arredamento e, nei casi migliori, del locale in possesso. Nel trading invece se il saldo scende a zero, si rimane con l’aria fritta da rivendere. Stesso discorso vale con l’imprenditoria immobiliare: se si possiede un locale da fittare e ci si accorge di aver sbagliato investimento acquistandolo, mal che vada si rivende il locale per recuperare parzialmente l’investimento; nel trading questa alternativa non esiste infatti una posizione short col mercato che sale non è rimborsabile.
Per concludere, un business plan sul trading on line è fattibile ma bisogna sempre tener conto che non si produce e non si compra niente, solo soldi.
Per quanto riguarda il discorso prettamente legato all’importo, penso che analizzando il costo minimo di un  mini lotto, non si può partire con meno di 2mila euro, qualunque sia la strategia. Sul tema “guadagno” non so che dire.