Qualche info su Michael Kors

Ieri ho scritto un articolo riguardo la notizia secondo la quale Michael Kors ha acquistato, per 2 miliardi di dollari, il marchio Versace.

Guardando i bilanci dell'azienda, facendone una valutazione, mi sono sbilanciato "approvando" l'operazione, nonostante la borsa ha penalizzato il titolo dell'8%.

Vista la differenza di opinione tra me e la borsa, mi sono informato un po' sul Sig. Kors, al fine di farmi un'idea piu' chiara, che vada oltre ai freddi numeri dei bilanci.

Ho letto molto su di lui, conosco la sua storia fin da quando, bambino, consiglio' l'abito da sposa per il secondo matrimonio della madre, matrimonio dal quale acquisi' proprio il suo attuale cognome.

In uno dei tanti articoli, pero', ho letto una frase che mi ha convinto rispetto alla analisi fatta ieri, frase che volevo condividere con voi:

Non è un inventore di stile. È un businessman della moda, di assoluto valore e efficienza ammirevole. Capi e accessori portabilissimi, negozi ovunque, ottime campagne. E amiche-testimonial di primissima qualità, da Michelle Obama a Catherine Zeta-Jones.

Questa frase mi ha convinto di quello che avevo intravisto tra le righe del bilancio. Non un artista eccentrico potenzialmente incontrollabile, ma un businnes man serio, con l'idea del gusto e dell'eleganza.

Aspettiamo che il titolo scenda ancora un po', e poi si compra! (vedi articolo di ieri)...dopotutto, Michael ha cominciato come vetrinista, esattamente come Giorgio Armani. Le premesse per una storia di successo ci sono tutte!

Nelle foto Michael Kors con l'attrice Gwyneth Paltrow e con il marito Lance La Pere

2 - Commenti

Mario Aprea - 26 settembre 10:28 Rispondi

Una vita nella moda, mi permette di scrivere un commento sensato riguardo l'argomento di questo articolo. Almeno spero :-)

Versace è un brand molto particolare, considerato di alta moda, amato da tutte quelle persone che amano considerarsi eccentriche (a milano si direbbe "tamarro" :-) )

Che vi piaccia o no lo stile, un eccentrico, non ha molta alternativa, se vuole dare sfogo alla sua creatività grazie ai vestiti.

Una alternativa potrebbe essere il brand Philippe Plein...anch'esso per persone "creative"...Ma versace è meglio!

Ottimo articolo luca, davvero incredibile come, leggendo dei numeri, sei riuscito ad arrivare a delle conclusioni cosi sensate che riguardano la moda. 

Davide Bramerini - 26 settembre 11:00 Rispondi

Io non mi intendo di moda na il bilancio parla chiaro ha sia un ottimo roe che un basso rapporto debito/ patrimonio se arriva in area 59/60 dollari é davvero un ottimo affare