Società - Comunicazione

/ / / Prima conferenza stampa di Donald Trump, ecco cosa ha detto

Prima conferenza stampa di Donald Trump, ecco cosa ha detto

Prima conferenza stampa di Donald Trump, ecco cosa ha detto

Il neo presidente eletto ha cominciato la sua conferenza stampa ringraziando le aziende automobilistiche che hanno deciso di tenere i propri impianti di produzione in America (ha menzionato anche Fiat Chrysler) e ha detto di essere speranzoso affinchè anche il colosso General Motors faccia questa scelta.

Ha anche aggiunto che, chiunque porterà fuori dai confini usa i propri impianti, troverà delle salatissime tasse donagali ad attenderlo, qualora vorrà vendere i suoi prodotti all'interno del paese.

Trump si è subito scagliato contro la lobby del settore farmaceutico, tanto che il comparto azionario ha subito perso punti sui mercati azionari... Trump vuole fare risparmiare gli americani sulle medicine, e riportare la produzione di farmaci negli Stati Uniti.

I toni si sono accesi quando TRUMP ha attaccato un giornalista della CNN, dicendogli che la sua compagnia è una compagnia di "Fake News", ovvero notizie false! Davvero un attacco senza precedenti nella storia del giornalismo.

Ha ricordato che sono già in molti gli uomini d'affari che hanno promesso investimenti negli Stati Uniti, come ad esempio Jack Ma, fondatore del colosso Alibaba (una sorta di Amazon cinese), e che, queste persone, non sarebbero mai arrivate se avesse vinto Hillary Clinton.

Trump ha dichiarato che nessun presidente della storia ha mai creato i posti di lavoro che lui creerà nella sua amministrazione e che, anche se nessuno gli vieterebbe di proseguire la sua attività di imprenditore, ha deciso di conferire tutte le sue aziende in un trust, che verrà gestito dai figli maschi. Ivanka Trump, l'avvenente figlia, ha difatti deciso di non avere nessun ruolo, ne nelle aziende, ne nell'amministrazione Trump, ma che si dedicherà a seguire la propria famiglia ed i propri figli.

Alle numerose domande dei giornalisti sui suoi rapporti con la Russia e con Putin, Trump ha risposto che vede il buon rapporto con Putin come un asset (attivo) e non come una liabilities (passivo).

Al fine di evitare il conflitto di interessi, dovuto alle sue aziende, che prevalentemente sono hotel (vedi il video sulla storia di Trump), Trump ha dichiarato che il denaro incassato dai suoi hotel, da eventuali delegazioni di stati esteri, verrà interamente donato al tesoro Americano. Questo per fare in modo che eventuali "favori" al presidente, siano un beneficio non solo suo ma di tutto il popolo americano.

Parole dure per la precedente amministrazione, in particolare riguardo l'Obama Care. Secondo Trump un vero e proprio disastro.

"We Are going to build the wall!!!" - "Costruiremo il muro al confine con il Messico", ha dichiarato Trump, riprendendo un suo cavallo di battaglia della campagna elettorale e, a pagarlo, saranno i messicani!

Queste dichiarazioni hanno fatto crollare il peso messicano ai mini storici.

Trump, nonostante l'occasione ufficiale, non ha perso il suo umorismo.

Al termine della conferenza, infatti, ha detto che se i figli, che dovranno gestire le sue aziende, saranno bravi... gli farà i complimenti, se faranno un cattivo lavoro, invece, dirà loro la famosa frase "YOU ARE FIRED", ovvero sei licenziato, che tante volte ha usato nel suo programma televisivo "The Apprentice".

Luca Discacciati

Luca Discacciati


Trader ed Investitore professionista, autore del libro "L' arte di Vincere in Borsa", responsabile del servizio "Investire in Azioni"

2 - Commenti