Muore il fondatore di un Exchange cripto, persi 190 milioni

Circa 190 milioni di dollari in criptovalute sono andati persi dopo che il fondatore di un exchange cripto è morto, apparentemente portando con lui la password per avere accesso ai soldi dei clienti.

Gli investitori in QuadrigaCX, la più grande borsa di criptovalute del Canada, non sono stati in grado di accedere ai loro fondi dopo che il suo fondatore, Gerald Cotten, è morto l'anno scorso.
Jennifer Robertson, identificata come la vedova di Cotten, ha testimoniato in tribunale che le cripto depositate in Quadriga sono diventate non disponibili e parte di esse potrebbero essere andate perse. Ha detto che il computer portatile da cui suo marito ha svolto l'attività delle società è crittografato e non conosce la password o la chiave di ripristino.

Apparentemente, era l'unico ad avere accesso ai soldi e nessuno dei suoi colleghi conosceva le password.

Mentre le notizie si diffondono, molti clienti hanno bombardato i social media e stanno facendo domande sul fatto che il proprietario sia davvero morto e quando avranno accesso ai loro soldi.

Quadriga, fondata nel 2013, aveva lo scopo di fornire una piattaforma di facile utilizzo per le persone che acquistano, vendono e tradano le criptovalute. Ma l'azienda, come molti altri nel settore delle criptovalute, ha ricevuto una scarsa supervisione regolamentare e al momento non esiste nessuna protezione per i clienti Canadesi.

2 - Commenti

Luca Discacciati

Luca Discacciati - 05 febbraio 11:06 Rispondi

Luciano Viola

Luciano Viola - 05 febbraio 14:45 Rispondi