Musk, Bezos e Branson: chi dominerà il turismo spaziale?

Richard Branson con la Virgin Galactic, Jeff Bezos con Blue Origin ed Elon Musk con SpaceX puntano a portare i turisti (ricchi) nello spazio, già nei prossimi anni.

Blue origin sta già accettando prenotazioni per voli di 11 minuti nella sua nuova "Shepard capsule", capsula spaziale che puo' ospitare fino a 6 persone, che dovrebbero cominciare già quest'anno, mentre la pace Exploration Technologies Corp, conosciuta con l'abbreviazione di SpaceX, già l'anno scorso ha comunicato di aver arruolato il magnate giapponese Yusaku Maezawa, per il primo viaggio attorno alla luna, che dovrebbe tenersi nel 2023.

Secondo gli esperti, quando sarà possibile fare delle vere e proprie vacanze nello spazio, i prezzi saranno davvero proibitivi. Per un soggiorno di pochi giorni nello spazio, si pensa che la cifra da sborsare sarà intorno ai 50 milioni di euro. Chi si accontenterà di pochi minuti di viaggio, potrà spendere ua cifra intorno al milione.

Sembra follia, eppure un vero e proprie ecosistema si sta creando intorno a questo businnes.

Per esempio Robert Bigelow, magnate delle strutture alberghiere, lavora già da anni a dei moduli spaziali il cui obiettivo è quello di ospitare persone nello spazio, attraverso la sua società Bigelow Aerospace. Uno di questi moduli è già "attaccato" alla stazione spaziale internazionale.

Vera opportunità di business o pazzie di eccentrici milionari?

Gli analisti di UBS, la banca svizzera, stimano che nel 2030 il settore potrebbe valere circa 3 miliardi di dollari l'anno, con percentuali di crescita a doppia cifra.

0 - Commenti