La nuova pubblicità SHOCK di Philip Morris in Inghilterra

Polemica in Inghilterra per la nuova campagna pubblicitari di Philip Morris, il produttore di sigarette.

Quest'ultimo ha acquistato pagine sui principali giornali in Inghilterra, al fine di pubblicare un annuncio shock: "E' nostra intenzione smettere di vendere sigarette in Uk. Non sarà facile".

La pubblicità poi continua:

"Ci sono 7.6 milioni di fumatori in Uk, la cosa migliore che potrebbero fare queste persone è smettere".

Il testo poi continua, spiegando che, se proprio una persona non vuole smettere, sarebbe meglio che cambiasse, cominciando ad utilizzare la sigaretta elettronica e l' "heated tobacco", uno speciale tipo di tabacco venduto proprio dalla stessa compagnia.

Questo è il motivo delle polemiche: secondo i piu', questa è una vera e propria pubblicità, mascherata da una finta volontà di far smettere di fumare.

Accuse plausibili, visto chePhilippe Morris, che ad oggi deve gran parte del suo fatturato alle sigarette trasizionali, non puo' permettersi che la gente smetta di fumare, ma evidemtemente ha capito che ha dei margini di guadagno migliori su questi prodotti di ultima generazione.

Sono accuse sensate?

Ricordiamoci che Philip Morris è da sempre precorritrice nel campo della pubblicità, è grazie all'accostamento delle sigarette a personaggi del cinema, come Clint Eastwood nei film western, piuttosto che James Dean nella classica posa da piacione, ad aver decretato il successo di questa pratica sconveniente per la propria salute.

Come è stato magistralmente spiegato nel film "Thank You for Smoking", il successo delle sigarette è stato decretato dall'accostamento di figure di successo, come gli attori appunto, alle sogarette. Una strategia "Inventata" da Philip Morris appunto.

Come va il titolo in borsa?

Il titolo, dai massimi dello scorso giugno, ha perso oltre il 30%, ma sembra che nelle ultime settimane stia già invertendo la sua rotta.

Con un p/e di 16 circa, ritengo il titolo sottovalutato e, personalmente, reputo questo cambio di rotta un punto a favore della società, ottima base per prosperare nel futuro. Le sigarette tradizionale oggi, sicneramente, fanno schifo e chi fuma è sempre piu messo ai margini... Vi è mai capitato di cenare con qualcuno che lascia sul tavolo il pacchetto di sigarette dove si vedono persone che tossiscono sangue oppure si vedono immagini di polmoni intossicati? DAI CHE SCHIFO.

Ora studiero' nel dettaglio i bilanci dell'azienda e valutero' un investimento di lungo termine sul titolo. Dettagli seguiranno nel gruppo "Traders Club"

5 - Commenti

Francesco M - 22 ottobre 13:31 Rispondi

Philip Morris ha come obbiettivo di convertire tutti i fumatori tradizionali in iqos

Entro quale data?

2030

se ci riescono diventa monopolio

francesco raffaelli - 22 ottobre 14:48 Rispondi

perchè monopolio ? praticamente tutti i brand di tabacco tradizionale hanno la loro "sigaretta" in stile Iqos.... al momento sfruttano sigarette diverse e non compatibili....

francesco raffaelli - 22 ottobre 14:51 Rispondi

mi ricordo che quest'estate un rappresentante delle sigarette mi disse che philip morris su heets guadagna 4 volte in piu' che su un normale pacchetto di sigarette

Francesco M - 22 ottobre 17:31 Rispondi

Xche’ il dispositivo iqos rispetto alla concorrenza e’ parecchio avanti

il suo metodo di riscaldamento e’ di gran lunga superiore al suo concorrente della british tobacco

Luciano Viola - 22 ottobre 17:43 Rispondi

Ciao Luca, con un fair value stimato di 102, analisi tecnica e fondamentale sono d'accordo con te. La mia Idea è:

entry 85,62 (retest della neck line W31 formatasi dal doppio minimo W23 - W35) (50% candela W41 che ha rotto una trendline) (tenkan giornaliero)

stop 81,50 (zona di alti volumi creata dalla super candela W16)

primo target 95 (dove passa la trendline ribassista e 50% ritracciamento impulso ribassista iniziato a giugno 2017)

secondo target 102 (fair value stimato)

r:r 1:4,25   / tempo stimato 20 giorni (calcolato con ATR)