Facebook ha un impatto negativo sulla società?

Facebook ha un impatto negativo sulla società?

Le recenti dichiarazioni di Chamath Palihapitiya, ex vicepresidente di Facebook per la crescita degli utenti, hanno fatto molto molto scalpore.

Palihapitiya ha dichiarato, infatti, che il suo ex datore di lavoro sta distruggendo il tessuto sociale mondiale e che, personalmente, si sente molto in colpa per aver contribuito a far crescere cosi tanto il colosso dei social network.

Evidentemente non è l'unico a pensarla cosi;  Un recente sondaggio ideato da Tavis McGinn, ex sondaggista di Mark Zuckerberg ha rivelato come siano in tanti, nel mondo, a pensare che Facebook abbia un impatto negativo sulla società. La nazione con la percentuale piu' alta è l'Australia, con il 33.4%.

Che faccia bene o male alla società, poco importa agli investitori di Wall Street.

Il titolo in borsa si è ripreso bene dopo lo scandalo di Cambridge Analitica e, dal minimo di 150 dollari per azione, sembra essere tornato stabilmente sopra i 160 dollari.

Dal punto di vista tecnico c'è lo scoglio dei 170 dollari per azione da superare... una forte resistenza che, qualora venisse rotta al rialzo, aprirebbe le porte a nuovi massimi.

Sono in molti a credere che il titolo FB sia un affare, in seguito ai recenti ribassi. Uno su tutti il mega fondo di Private Equity "Sequoia", il quale ha dichiarato di voler aumentare la propria esposzione su FB, proprio in seguito ai recenti ribassi

3 - Commenti

Luca Discacciati - 16 aprile 11:19 Rispondi

Io credo che sia vero...pensandoci bene, è il motivo per cui ho deciso di comprare le azioni di FB, lo spiego in questo articolo

Rossano Montori - 16 aprile 12:12 Rispondi

Io penso che chi dica che facebook sia il male siano semplicemente quelli che, come i senatori al congresso, non capiscano a pieno questa tecnologia e strumento. 

Facebook è nata come applicazione sociale in grado di connettere il mondo ed oggi questa impresa ha avuto successo.

La colpa che diamo a Facebook è come alcuni utenti si comportano. Vorrei ricordare che chi apre un bar non è tenuto a controllare cosa si dicono tra di loro clienti...

Facebook in quanto strumento di comunicazione e scambio di idee è grandioso.

Francesco Zichichi - 17 aprile 12:12 Rispondi

Da utilizzatore qualenque e tranquillo di FB penso anche io che non sia per una macchia(anche grossa) che la maglia sia da buttare via ma basti lavarla congruamente.
Per il discorso del bar: ascoltare quello che i clienti si dicono, per privacy, lo eviti, ma in caso di omicidio sei tenuto a segnalarlo(come le altre persone in quanto persone ma più degli altri in quanto proprietario del luogo in cui è venuta l'anomalia).

L'unica mia riserva per il futuro di FB: considerando su tutti come lo ha aperto(alle spalle dei gemelli per chi conosce la storia) e questa storia su tutti il resto, non vorrei che prima o poi invece che macchiare la maglia la squarci proprio.