Società - Comunicazione

/ / / BILLIONS - Storia di Bruce Kovner

BILLIONS -  Storia di Bruce Kovner

BILLIONS - Storia di Bruce Kovner

ALLORA PARTIAMO!!!

Bruce Kovner nasce il 27 febbraio 1945 a Brooklyn, Ney York.

Fin da piccolo nutriva una notevole passione per il mondo politico e fremeva appunto per riuscire ad entrarvi. Ma all'età di trent'anni si rese conto e dovette accettare che la sua passione non lo stava portando dove avrebbe voluto, e in più un amico politico gli spiegò che quel tipo di mondo era così sporco che per farsi un nome servivano i soldi. Bruce, quasi per caso o per logicità, aveva connesso la parola soldi ai mercati finanziari, QUI INIZIA LA STORIA DI UN TRADER CON UN PATRIMONIO NETTO DI 5,3 MILIARDI DI DOLLARI...

Perde la ''verginità'' sul mercato nel 1975 (30 anni) quando operando a margine trasformò in poco tempo 3000 dollari in 45000. Fin qui tutti direbbero che ebbe fortuna, infatti, uno stupido sbaglio gli bruciò metà del capitale e come tutti i trader pensò di mollare. Si riprese subito emotivamente capendo l'errore e apprendendo le due e uniche armi vincenti del trader: emotività e disciplina.

Infatti, come molti altri, ammette che non ci sono segreti nel trading, non c'è NESSUNA TECNICA MIRACOLOSA, è solo un immane gioco di testa, gestione del rischio e distacco emotivo. Una sua famosa citazione: ''Se non riuscite a non fare delle perdite una cosa personale allora non potete fare trading''.

Durante il proseguio della sua carriera incontra un uomo che gli cambierà la vita per sempre: Michael Marcus. E questo uomo gli insegnò cosa è la gestione del rischio e il money managment, e Bruce capì che in borsa avrebbe fatto milioni di dollari.

MA ANDIAMO A VEDERE COME E DOVE OPERA BRUCE.

Innanzitutto bisogna sapere che Bruce durante la carriera da trader ha maturato una sorta di allergia al mondo della televisione e dei mass media (il contrario di ciò che voleva essere da giovane). Per questo di lui sappiamo veramente pochissimo se non questi ''spiccioli''. Ma di frequente ha rilasciato un intervista dove abbozza la sua vita da trader.

Per riassumere... BRUCE E' UN TECNICO!!! Leggendo la citazione nell'immagine di presentazione non ci sono dubbi. I suoi collaboratori affermano che non utlizza alcuna tecnica particolare, tant'è che nel suo ufficio (a casa sua :D) possiede lavagne LIM dove traccia ogni possibile trend line immaginaria. Qualche indicatore, un'idea fondamentale di fondo (che spesso cambia) e il gioco è fatto. Eppure sempra impossibile ma lui ci ha fatto i miliardi. Se lo si vuole classificare come trader possiamo dire che è un Trend Follower, seguire il trend senza anticiparlo.

Se qualcuno di voi lesse l'articolo che scrissi di Paul Tudor Jones noterà una cosa importante. Paul ebbe successo usando una tecnica ESATTAMENTE OPPOSTA A QUELLA DI BRUCE. Due trader opposti ma entrambi miliardari? Si proprio così... ma perchè? Perchè avevano in comune una cosa che si chima DISCIPLINA. Questo è un chiaro esempio che la tecnica non è l'arma vincente del trader.

Come si continua e si conclude la storia di Bruce? Oggi Kovner opera quasi esclusivamente sul mercato valutario (che lui adora) e tempo fa lanciò il suo esclusivo hedge fund, che ora ha chiuso perchè l'età ha portato il conto.

Oggi anche se non se ne è sentito parlare Bruce è uno degli uomini più ricchi della terra (248esimo) con un patrimonio netto di 5,3 miliardi di dollari.

---

Leggi anche gli altri articoli della rubrica BILLIONS:

- Storia di Paul Tudor Jones

---

Matteo Montu

30/09/2015

Punti: 8

7 - Commenti