EssilorLuxottica e liti tra dirigenti: cosa succede?

L'accusa di Del Vecchio (Luxottica) a Sagnières è molto semplice: Sin dalla prima riunione del consiglio di amminstrazione dopo la fusione, Sagnières si sarebbe comportato come se fosse stata Essilor ad aver acquisito Luxottica. 

A sua volta Sagnières accusa Del Vecchio di aver cercato di imporre Milleri (ex amministratore delagato di Luxottica) come CEO della società.

Il risultato di questa diatriba è che il titolo, in borsa, scende. Dai massimi di ottobre scorso a 129 euro circa per azione, il titolo è ora a 95 euro circa, una perdita del 25% circa.

Una enormità, se contiamo che stiamo parlando di un colosso del valore di oltre 20 miliardi di euro, a detta di molti un vero e proprio monopolista del settore occhiali.

Questi ribassi rappresentano una opportunità di investimento?

Gli occhiali rappresentano sempre di piu' un accessorio fondamentale e sempre piu' utilizzato nel mondo della moda, inoltre l'età delle media della popolazione mondiale cresce, motivo per cui gli occhiali da vista sono qualcosa di sempre piu' utilizzato (con l'avanzare dell'età, la vista cala). Questa azienda, che come visto prima detiene di fatto il monopolio mondiale, non puo' che beneficiare di questo trend.

Dal punto di vista tecnico il titolo potrebbe tranquillamente ragigungere l'area dei 90 euro per azione, area che rappresenterebbe un importante supporto per il titolo. Tale livello, infatti, è il massimo storico che i prezzi segnarono nel 2013.

Se i prezzi dovessero effettivamente arrivare su tale livello, non sarebbe da escludere un inizio di piano d'accumulo sul titolo. (guarda grafico allegato)

 

0 - Commenti