Brexit rimandata al 31 ottobre 2019

I leader dell'unione europea, dopo una riunione di 5 ore a Bruxelles, hanno concesso una proroga a brexit di sei mesi, piu' precisamente fino al 31 ottobre 2019.

Il nuovo accordo lascia sperare agli inglesi di evitare di lasciare l'unione senza un accordo questo venerdi, visto che il parlamento inglese è in una totale fase di stallo.

Donald Tusk, presidente del consiglio europeo, nel suo comunicato a fine riunione ha dichiarato: "Amici inglesi, non sprecate questo tempo".

Il primo ministro inglese Theresa May, che voleva una proroga piu' breve, ha dichiarato che gli inglesi faranno di tutto per lasciare l'unione "as soon as possible", ovvero il prima possibile, forse anche prima di questa data.

Questa nuova proroga obbligo l'inghilterra a partecipare alle elezioni europee in maggio. L'unico modo per non partecipare alle elezioni europee sarebbe lasciare l'unione senza un accordo entro il primo di giugno.

La sterlina è rimasta praticamente invariata, cosa che non fa cambiare il contesto che fece decidere a Goldman Sachs di inserire la valuta britannica tra gli investimenti piu' promettenti per i prossimi mesi.

 

0 - Commenti