Palladio - analisi grafico giornaliero al 31.10.2018

Dopo una salita da 828 $ a 1153 $ l'oncia, con oscillatore RSI andato in zona di ipercomperato e dopo aver creato pure una divergenza negativa sullo stesso oscillatore, il prezzo del palladio ha rotto e chiuso sotto la linea di trend che passava a 1100 $ scendendo nel contempo al primo livello di correzione di Fibonacci del 23.6% posto a 1076 $.

Attualmente il prezzo del palladio è anche sotto la media mobile a 21 periodi con possibilità di una continuazione della discesa correttiva verso i successivi livelli di correzione di Fibonacci che sono posti a 1028 $ (38.2%), 990 $ (50%) e 952 $ (61.8%) e in seguito alla linea di supporto statica di 926 $. Il palladio è utilizzato principalmente quale componente nella fabbricazione dei catalizzatori.

Il settore automobilistico sembra andare verso un periodo recessivo e di debolezza, percui anche dal punto di vista fondamentale potrebbe confermare la visione data dall'analisi tecnica. Il palladio è uno strumento molto volatile percui suggerisco di avere posizioni molto ridotte nel limite del possibile. Fisso uno stop alla chiusura del prezzo sopra il massimo di 1153.

2 - Commenti

giorgio zonza - 09 novembre 11:34 Rispondi

salve puo' fare una considerazione sul crude oil vedo che nessuno approccia grazie

Fiorenzo Fontana - 09 novembre 13:00 Rispondi

Salve, non voglio fare delle considerazioni dal punto di visto politico o fondamentale su quello che sta succedendo sul petrolio, perchè non sono in grado di farlo (troppa confusione). Dal punto di vista dell'analisi tecnica invece direi che il prezzo del petrolio sta correggendo il precedente movimento rialzista che lo ha portato da 46 $ vicino ai 77 $ al barile. Il prezzo del petrolio ha rotto alcuni giorni fa la linea di trend che passava a 68 $ innescando una serie di stops che hanno portato il prezzo a correggere più del 50% del precedente movimento rialzista. Inoltre è sceso oggi anche sotto la soglia psicologica dei 60 $ innescando altri stops. Come si può notare dall'oscillatore RSI siamo entrati in zona di ipervenduto con una buona possibilità di un rimbalzo o perlomeno mi aspetto un arresto della fase ribassita almeno temporaneamente nella zona tracciata dalle linee orrizzontali blu). Attenderei dei segnali d'inversione per iniziare delle posizioni long, ma se short le chiuderei.