ORO: Le banche centrali stanno accumulando

Il World Gold Council, l' associazione industriale delle principali aziende minerarie aurifere, ha fornito i dati relativi alle scorte di oro da parte delle principali banche centrale del mondo.

Con 22 tonnellate accumulate solo nel secondo trimestre del 2019, l'acquisto di oro da parte di queste istituzioni è salito del 47% rispetto allo stesso periodo del 2018.

Sono invece 374 tonnellate quelle accumulate negli ultimi sei mesi, il livello piu' alto a partire dal 2010, per un controvalore di 15 miliardi di dollari circa.

A puntare maggiormente sull'oro come bene rifugio è la Russia, che nel primo semenstre del 2019 ha comprato 105 tonnellate di metallo giallo. portando le proprie riserve a 2207 tonnellate.

A seguire la banca centrale polacca, con 100 tonnellate e la Cina con 74 tonnellate.

Come si muoveranno i prezzi del gold?

Quella in atto sembra solo l'inizio di questa moderna corsa all'oro, un bene rifugio perfetto in un periodo come l'attuale, dove le banche centrali cercando di spostarsi da una politica accomodante basata sul quantitative easing, ad una politica piu' austera. 

Questo potrebbe fare incrementare ulteriormente la fame di metallo giallo che, come previsto in precedenti analisi, potrebbe già a breve ragigungere nuovi massimi. Il prossimo target, suggerito da una formazione trinagolare sui prezzi, è posto in area 1667 dollari per oncia, un livello che ci riporta ai prezzi dell'oro del 2012.

Da segnalare il SENTIMENT, che ci riporta una situazione sbilanciata a favore dei ribassisti...Ulteriore conferma della pressione rialzista!

Cosa ne pensate?

---

Vuoi metterti al rialzo sul GOLD?

Apri un conto con www.kimuratrading.com , il broker che usano i traders  di investire.biz

---

2 - Commenti

Diego Oprea

Diego Oprea - 16 settembre 21:10 Rispondi

Francesco Petrina

Francesco Petrina - 16 settembre 22:15 Rispondi