Opportunità al rialzo sul Gold

Stamattina osservando il grafico del GOLD su time frame giornaliero, ho notato segnali rialzisti concomitanti:

• l’adx è ancora posizionato correttamente long;

• le bande di Bollinger sono aperte correttamente e il prezzo gli sta “camminando sopra”, sintomo che il trend rialzista  proseguirà;

• le candele Heikin Ashi sono verdi, sintomo anche questo di forza al rialzo del sottostante;

• ultima ma non ultima la previsione rialzista spiegata dettagliatamente da Luca Discacciati nei giorni scorsi.

Alla luce di quanto sopra, ho deciso di aprire un’operazione rialzista di medio/lungo periodo con le opzioni.

Nello specifico ho acquistato la call con strike 1440 che scade ad ottobre (scadenza evidenziata sul grafico con la linea verticale rossa), pagando un premio di circa 37$, corrispondente al rischio massimo dell’operazione. Scegliendo una data di scadenza un po’ lontana lascio al sottostante tempo a sufficienza per salire il più possibile.

Entrando a mercato con operatività classica, il livello di ingresso sarebbe 1439.75 (evidenziato sul grafico con linea blu tratteggiata), con uno stop loss al livello di 1385.86 (evidenziato sul grafico con la linea rossa tratteggiata).

Il target di almeno 1500 (evidenziato sul grafico con la linea verde tratteggiata) in questo caso non lo imposterei subito perché penso che possa essere molto più alto di così, pertanto sposterei lo stop loss via via che il prezzo sale in modo da lasciar correre il più possibile il profitto, fino a farlo diventare uno stop profit.

Operando con le opzioni oltre a non avere il problema dello stop loss non ho neanche quello del target: l’operazione rimane aperta fino alla scadenza e se nell’arco della sua durata avessi sentore di uno storno potrei vendere delle opzioni settimanali (solo se riterrò i premi corrispondenti abbastanza validi) oppure comprare una put di protezione (ipotesi che prediligo).

Nel caso aggiornerò l’andamento dell’operazione nei commenti.

 

0 - Commenti