Livelli psicologici importanti sul Petrolio

Era un po' di tempo che non ci occupavamo di materie prime, tuttavia quello che stiamo vedendo sul mercato del petrolio torna ad essere estremamente interessante.

Avevamo deciso di lasciarlo perdere a causa delle tensioni internazionali tra produttori di shale gas e produttori arabi. 

Come spesso accade pero' il tempo aggiusta le cose ed oggi il petrolio è tronato a quotare intorno ai 50 USD al barile, anche perchè prezzi piu' alti convengono a tutti.

La soglia dei 50 USD a barile è molto importante in quanto da quel livello molti operatori ricominceranno a comprare. 

Un altro dato di fatto è la diminuzione della produzione negli stati uniti che inevitabilmente farà lievitare i prezzi della materia prima. 

L'idea che mi sono fatto è la seguente: un petrolio che sale di prezzo ha un effetto positivo sull'inflazione.

In poche parole il petrolio a prezzi piu' alti farà sembrare efficaci le mosse di economia politica delle banche centrali. Di conseguenza penso che questa risalita dei prezzi non verrà ostacolata dai policy makers internazionali.

Un altro aspetto è che con i prezzi piu' alti aumentano i margini delle aziende petrolifere (anche Europee: Shell, BP, ENI, e TOTAL) e che di conseguenza creeranno maggior gettito verso le casse dei singoli stati.

Chi ci rimette è, come al solito, il piccolo consumatore. Ma non il piccolo investirore.

TRADE IDEA:

1) Posizionarsi sui titoli petroliferi estremamente depressi.

2) Operare direttamente sul CRUDE OIL

Entrambe le strategie sono buone anche se la prima è da preferire per il lungo periodo e la seconda per il breve.

Con riferimento alla seconda strategia attenderei la rottura del livello di 50 USD/barile per poi attendere il primo ritracciamento in area 50 diventata a questo punto una zona di supporto e da li inizierei a comprare.

SEGUI I PROSSIMI WEBINAR

RICHIEDI I SEGNALI OPERATIVI

 

2 - Commenti

luigi di gennaro

luigi di gennaro - 07/10/2015 20:39 Rispondi

Enrico Lanati

Enrico Lanati - 08/10/2015 11:39 Rispondi