Il costo del petrolio

A seguito della domanda di Ieri nell'eccellente appuntamento del Lunedì sera di Investire.bi, ecco una tabella che indica il costo per produrre i diversi tipi di petrolio.


Si vede chiaramente che i produttori arabi sono quasi gli unici a poter supportare un prezzo di vendita ai livelli attuali, quindi sarà difficile che il barile continua ancora la sua caduta. In particolarmente sotto 50$/barile, la situazione diventa molto difficile per il shale gas americano (vedere secondo grafico)

Tuttavia il terzo grafico mostra che con un barile cosi basso praticamente nessun paese produttore è in capacita di mantenere il livello di spesa pubblica cioè il rischio aumenta di default per i paesi i più deboli come il Venezuela (il suo Presidente è attualmente in un giro quasi disperato per chiedere all’Opep un aggiustamento della produzione per far salire i prezzi)

Siamo dunque prossimi a una stabilizzazione. Infatti, se c’è una guerra  contro il Shale gas Americano, essa potrebbe concludersi con una Vittoria di Pirro.

Io punto al  ritorno del prezzo del barrile verso 70/80$ nel corso del 2015.

Invito a leggere questo molto interessante articolo sul blog del IMF (disponibile in Inglese e Francese)

http://blog-imfdirect.imf.org/2014/12/22/seven-questions-about-the-recent-oil-price-slump/

Con cordiali saluti
JcD

2 - Commenti

Mario Aprea

Mario Aprea - 13/01/2015 12:30 Rispondi

Luca Piccinini

Luca Piccinini - 13/01/2015 13:23 Rispondi