Materie Prime

/ / / Dollaro stabile in attesa del FOMC

Dollaro stabile in attesa del FOMC

Dollaro stabile in attesa del FOMC

Prosegue la fase di assestamento sui mercati globali in attesa della riunione della Federal Reserve di domani sera con la conclusione del FOMC che dovrebbe aprire la strada al rialzo del tasso di riferimento di 25 basis points a distanza di un anno esatto dal Dicembre 2015 in cui la FED uscì ufficialmente dalla fase di tassi a zero.
In queste giornate precedenti la riunione si è assistito ad un generalizzato sell off di dollaro più come fase di assestamento in un momento in cui la divisa statunitense rimane comunque l’asset su cui c’è maggiore posizionamento da parte degli operatori.
Sul fronte commodities la giornata di ieri è stata contraddistinta da un generale ottimismo grazie alla prosecuzione degli acquisti sul comparto energia. Il Brent continua a mantenersi intorno ai 56.00 $/barile in linea con il WTI fermo a 53.00 $/barile, entrambi in arretramento rispetto ai livelli toccati in apertura di settimana dopo l’accordo raggiunto tra paesi OPEC e non-OPEC di taglio della produzione.
Nel frattempo continua la fase di consolidamento della ripresa dell’Eurozona con il miglioramento più delle attese degli indicatori ZEW. Analogamente iniziano a farsi sentire gli effetti della svalutazione della sterlina inglese con un balzo importante dell’inflazione del Regno Unito che sale ai massimi di periodo ben oltre le attese.

Market Movers
03:00 Cina Produzione industrial a/a cons. 6.1% prec. 6.1%
03:00 Cina Vendite al dettaglio a/a cons. 10.1% prec. 10.0%
08:00 Germania Inflazione a/a cons. 0.8% prec. 0.8%
10:00 Italia Produzione industriale a/a cons. 1.4% prec. 1.9%
10:30 Regno unito Inflazione a/a cons. 1.1% prec. 0.9%
11:00 Eurozona Occupazione a/a cons. 1.5% prec. 1.4%
11:00 Eurozona Economic sentiment ZEW cons. 16.7 prec. 15.8
11:00 Germania Economic sentiment ZEW cons. 14.0 prec. 13.8

EURUSD
Sessione di assestamento per la moneta unica che torna a scambiare sopra quota 1.06 in apertura dei mercati di oggi, in arretramento dai livelli di ieri a 1.0650 attestandosi a quota 1.0610 anche dopo la pubblicazione di ottimi dati tendenziali sulla fiducia del comparto economico rilevanti dall’istituto ZEW. L’andamento di queste ore sembra indicare chiaramente un posizionamento degli operatori in direzione di un rafforzamento del biglietto verde che potrebbe giovare del rialzo dei tassi in occasione della riunione del FOMC di domani con un ritorno delle quotazioni ampiamente sotto quota 1.06.

GBPUSD
Sensibile accelerazione per la sterlina inglese questa mattina che passa da area 1.2670 fino sopra quota 1.27 dopo la pubblicazione dei dati sull’inflazione che schizza oltre le attese. L’outlook di medio periodo per il cable rimane comunque laterale anche in considerazione dei possibili ritracciamenti legati ad un riposizionamento degli investitori verso il biglietto verde in vista del rialzo in occasione del FOMC di domani sera.

USDJPY
Con la prosecuzione della fase di rafforzamento dei mercati azionari, anche lo yen continua ad indebolirsi nei confronti del biglietto verde con il rapporto USDJPY che scende dai massimi a 116.10 e si attesta a quota 115.30 in apertura dei mercati europei dopo una sessione asiatica all’insegna dell’interlocutorietà sulle borse cinesi e con mezzo punto percentuale di guadagno per l’indice Nikkei della borsa di Tokyo. L’apertura in positivo dell’Europa sembra conferire ulteriore momento al trend rialzista di USDJPY che dovrebbe proseguire nell’intorno tra 114.80 e 115.50 nelle prossime ore e in vista della riunione di politica monetaria della FED di domani.

Investire .biz

Investire .biz


Investire.biz è l'unico social network dove chiunque può comunicare le proprie idee in materia di investimenti.

20/08/2014

Punti: 296

0 - Commenti