Crude Oil e Stagionalità al 01.10.2018

Buongiorno traders,

oggi trattiamo delle considerazioni sul Crude Oil.

 

ANALISI STAGIONALE (Nella terza e quarda immagine trovate i grafici stagionali)

In un precedente articolo di Luca Discacciati (https://investire.biz/articoli/analisi-previsioni-ricerche/materie-prime/possibile-operazione-in-spread-tra-brent-oil-e-crude-oil) avevo già espresso la mia visione prettamente rialzista sul Crude Oil in concomitanza con la sua operazione di spread-trading col Brent.

Vediamo nel dettaglio come la stagionalità a partire dal 2018 sia state seguita abbastanza bene, nonostante le varie vicessitudini di Trump contro le politiche dell'OPEC.

La direzione stagionale non lascia dubbi, un rialzo che dovrebbe durare fino al 2019.

 

ANALISI MACROECONOMICA

Nel mondo la domanda di Petrolio continua a salire e l'OPEC (Organization of the Petroleum Exporting Countries) si trova davanti a dover attutire le pressioni dei vari Stati sull'eccessivo rincaro ma questo spesso cozza gli interessi degli stati esportatori che a loro volta influenzano il prezzo riducendo od aumentando le scorte disponibili (l'offerta).

Proprio questa settimana entreranno in vigore le sanzioni degli Stati Uniti contro l'Iran (per il mancato rispetto degli accordi sul nucleare) con lo scopo proprio di colpirne il settore petrolifero. A questo si aggiunge che gli stati produttori dell'OPEC e la RUSSIA al momento hanno deciso di non aumentare le scorte per sopperire il petrolio non proveniente dell'IRAN nel mercato.

Quindi va da sè che i prezzi non fermeranno la loro salita a breve in quando abbiamo riduzione di offerta. La situazione cambierà solo se l'Opec cambierà politica.

Trump è schierato anche contro l'Opec perchè vorrebbe che loro intervenissero ad abbassare i prezzi ed aveva anche pubblicato in un suo tweet delle note leggermente "minacciose" dicendo che l'America si ricorderà di questo atto dell'OPEC, lasciando sottintendere che ci saranno ripercussioni.

 

OPERATIVITÀ

Io aimè sono rimasto fuori da questo rialzo del petrolio, stagionalmente avevo espresso dei dubbi riguardo al long quindi non ho più avuto occasione di entrare.

Sto valutanto i graifici, siamo sui massimi quindi entrare ora è controproducente, tuttavia possiamo aspettare un ritracciamento. Quando aspettarcelo? Ecco se guardate l'ultima immagine la stagionalità ci dice che tra un paio di settimane potrebbe esserci un momento di debolezza.

Da questo io terrò d'occhio il movimento del prezzo, abbiamo appena superato i 74$ al barile rompendo la trendline rialzista iniziata l'anno scorso (terza immagine, trend arancione). A questo punto a livello tenico dovremmo aspettare un pullback (o test) sulla trendline per cercare un rientro.

Fermi!

Se date un'occhiata alla super trend line ribassista iniziata nel 2008 ora siamo prioprio li, il prezzo sta testando anche quella trendline. Se dovesse romperla allora sì, entrerò a mercato in chiusura daily con stop sotto le trends. Aggiornerò questa operitività più avanti con livelli di prezzo più precisi.

 

Cosa ne pensate?

 

Buon Trading a tutti!

Rosssss

------------------------------------------------------------------------------------

Se sei interessato a questo stile di trading ti invito a seguire il mio servizio "A caccia di Stagionalità" ed insieme vedremo alcune delle operazioni più reddizie a lungo termine grazie alla stagionalità utilizzando il nostro utilissimo Forecaster!

2 - Commenti

giorgio zonza - 03 ottobre 19:44 Rispondi

ciao ci siamoproprio sopra

 

Rossano Montori - 04 ottobre 13:23 Rispondi

Esatto. La candela di ieri ha rotto le trend perfino quella ribassita ed ha chiuso sopra. Voglio aspettare anche la candela chiusa di oggi perchè devo essere sicuro che non torni sotto in breve. Come ho detto non si entra mai sui massimi quindi se entro devo avere più conferme possibili e in questo caso un pullback sulla trendline.