Crollo del petrolio: inizio della fine o opportunità?

In un bellissimo articolo di qualche giorno fa, il nostro Filippo Cova aveva strutturato una strategia al ribasso con i certificati, per sfruttare quello che, secondo lui, sarebbe stato un imminente ribasso dei prezzi del greggio. BRAVO, cosi è stato, con il petrolio che crolla sotto la soglia psicologica dei 50 USD a barile.

Vediamo un po di analisi tecnica.

I prezzi sono appoggiati ora sulla trend line che sostiene il trend rialzista, cominciato ad inizio 2016, livello che coincide con il "mega" testa e spalle rialzista, con origine addirituttra il 2016.

Il movimento di ribasso sembra quindi essere un vero e proprio pull back (ritracciamento) su questo livello di supporto, movimento che potrebbe lasciare nuovamente spazio a dei vigorosi rialzi, in direzione del trend primario.

Nell' immagine ho indicato due target, il primo in area 60 usd a barile, trovato proiettando la distanza "Testa/collo", dalla spalla destra della figura (piu conservativo), il secondo in maniera tradizionale, in area 70 usd a barile.

 

 

7 - Commenti

fabio pietrobono

fabio pietrobono - 09/03/2017 14:41 Rispondi

Alessandro Pompili

Alessandro Pompili - 09/03/2017 19:28 Rispondi

giacomo semperboni

giacomo semperboni - 09/03/2017 19:54 Rispondi

fabio pietrobono

fabio pietrobono - 09/03/2017 19:35 Rispondi

Mauro Contu

Mauro Contu - 09/03/2017 19:38 Rispondi

Federico Panighel

Federico Panighel - 10/03/2017 15:19 Rispondi