COT Report: analisi Copper

Buongiorno,

gli ultimi dati del COT Report ci offrono una situazione interessante che si sta delineando sul Copper.
Gli open interest relativi a questa materia prima hanno toccato dei massimi di periodo ad inizio gennaio 2018, superando anche i valori registrati lo scorso settembre 2017.
Questo a conferma di un forte trend al rialzo sostenuto dalle quotazioni fin dall’ultima parte dell’anno 2016.

A livello fondamentale l’elezione del presidente Trump e le relative notizie riguardanti una politica di investimenti per nuove infrastrutture ed agevolazioni a livello fiscale ha sicuramente dato un contributo significativo a questo trend.
Ora, per contro, la realtà di una posizione forse eccessivamente protezionistica e la reazione della Cina alle scelte del governo americano hanno probabilmente cambiato la visione degli investitori, portando il Copper ad una importante flessione in questo primo trimestre del 2018.

A questo si aggiunge un notevole aumento delle scorte, ai livelli più alti dell’ultimo anno.

A livello grafico si può notare come, dopo i massimi segnalati in precedenza, gli open interest si stiano progressivamente avvicinando a livello dello zero, dove le posizioni di compratori e venditori si “annullano” a vicenda.
Per trovare valori negativi dell’open interest dobbiamo andare indietro fino ad inizio novembre 2016, momento in cui appunto si è innescato il movimento al rialzo illustrato sopra.

I prezzi, su timeframe settimanale, sono stati sostenuti dalla trendline, visibile in figura, con origine ad ottobre 2016, toccata a giugno 2017 e più recentemente lo scorso febbraio.
La stessa è stata violata al ribasso un paio di settimane fa con le quotazioni che hanno subito una flessione di oltre 4 punti percentuali.
Ora con la chiusura di questa settimana siamo su una zona di supporto che ha già funzionato a settembre e dicembre 2017.

Sarà interessante monitorare la situazione per cogliere nuovi spunti al ribasso qualora dovessero presentarsi.

4 - Commenti

nicola piasentin - 04 aprile 08:19 Rispondi

ciao interessante analisi; dove si possono trovare dati relativi alle scorte ? grazie

Valerio Zambelli - 04 aprile 13:44 Rispondi

ciao Nicola, si possono trovare sul LME (London Metal Exchange) oppure Comex per quanto riguarda gli Stati Uniti

Valerio Zambelli - 08 aprile 10:24 Rispondi

L'aggiornamento dei dati del COT segnala un aumento dell'open interest di 0,2 punti mantenendo la situazione praticamente invariata. Anche la chiusura settimanale ci restituisce una candela tipo doji con apertura e chiusura vicine, a conferma dell'indecisione del mercato.

Valerio Zambelli - 15 aprile 09:15 Rispondi

l'open interest di questa settimana è in aumento a 5,7. Sono stati chiusi oltre 11.000 contratti short a fronte di un dato pressochè invariato sui contratti long.

il movimento settimanale dei prezzi è arrivato a toccare l'area di prezzo intorno a 31.50 in corrispondenza della retest sulla trendline in figura e della zona di resistenza formatasi nella prima metà dello scorso marzo.

questa poteva essere una buona occasione per un iniziale posizionamento al ribasso.