Che 2020 sarà per le Commodities?

  • Annata staordinaria per tutte le asset finanziarie;
  • Le commodity sono gli investimenti che hanno generato la minore performance;
  • Oro e petrolio hanno realizzato performance in doppia cifra, i prodotti agricoli sono invece scivolati ai minimi storici.

Siamo arrivati ormai alla fine di un anno in cui la maggior parte degli asset finanziari hanno realizzato performance importanti. Chi forse è rimasto più indietro in questo rally è stato il comparto delle materie prime, o meglio l’indice generalista delle materie prime.

Se infatti prendiamo il Bloomberg Commodity Index il guadagno è inferiore ai 5 punti percentuali. In realtà dentro questo indice troviamo materie prime che hanno guadagnato in doppia cifra come oro e petrolio ed altre in ribasso come le agricole e le soft.

Nell’ultima parte dell’anno abbiamo assistito ad una reazione di alcune commodities che erano rimaste indietro.Siccome il 2020 potrebbe anche essere un anno in cui questo mondo farà sentire la sua voce riportando magari d’attualità un tema come l’inflazione, ho deciso di dedicare questo articolo alle commodities indicando le possibili prospettive 2020. Per fare questo utilizzerò gli indici Bloomberg.

Bloomberg Commodity Index
L’indice più generalista non si è mai ripreso dalla crisi del 2008 quando, dopo una cavalcata travolgente cominciata nel 2002 subì una prima violenta correzione. Nel 2011 quel massimo venne ritoccato ma fu il classico bacio della morte. Da quel momento è partito un ribasso che ha visto ben 5 anni chiudersi con un bilancio negativo. Siamo in una evidente fase di range che nel 2018 ha subito un primo stop al tentativo di inversione. Il superamento dei massimi dell’anno scorso sarebbe il segnale bullish tanto atteso.

Bloomberg Industrial Metals
Uno dei settori commodity sicuramente mancato all’appello quest’anno è quello dei metalli ad uso industriale. Zavorrati dal calo della domanda cinese, rame e compagnia non sono riusciti a superare quella media mobile ad 1 anno che dal 2018 impedisce ogni tentativo di inversione complice anche la presenza della down trend line di lungo periodo. Solo una chiusura sopra i massimi del 2019 aprirebbe le porte ad uno scenario più ottimistico.

Bloomberg Precious Metals
Trascinati da oro e palladio i metalli preziosi mettono in archivio un eccellente 2019. Questo non significa però che la tendenza laterale ormai in essere dal 2014 è cambiata, bensì solamente che dalla parte bassa ci siamo spostati nella parte alta del range. Il Macd mensile tornato sopra lo zero per la prima volta dal 2014 sembra però fornire prospettive incoraggianti per il 2020.

Bloomberg Energy
Ho dovuto ricorrere alla scala logaritmica sui grafici per cercare di dare una visibilità decente ad un comparto crollato a partire dal 2006. Mai come in questo caso un media mobile ci aiuta a capire che inversione di tendenza ci sarà solo quando le commodity energetiche si spingeranno sopra questa resistenza dinamica.

Bloomberg Agriculture
Il dramma delle commodity agricole si è arricchito di una nuova puntata nel corso del 2019 con un nuovo minimo storico (Dino Martin ieri ne ha parlato qui). Sembra paradossale, ma mentre c’è chi predica che la Terra brucia più risorse di quelle che produce,  i prezzi del cibo scivolano ai minimi di sempre. Tecnologia più avanti della propaganda oppure un abbaglio del mercato? Questo non lo sappiamo ma di certo azzardare un buy sull’agriculture appare quanto mai pericoloso in questo momento.

Bloomberg Soft Commodities
Anche le soft commodities sono scivolate nel 2019 ai minimi storici ma personalmente le reputo molto più interessanti dell’Agri in termini tecnici (ne ho parlato anche lunedì relativamente al Real brasiliano). A dicembre la media mobile che ingabbiava i prezzi dal 2017 sembra traballare. Attenderò la chiusura dell’ultimo mese del 2019 ma qui il long sembra avere senso quanto meno per puntare quel muro di resistenze che un 10-15% più in altro si troverà di fronte il BBG Soft Commodities.

---

Impara a fare trading online, visita la pagina con i nostri corsi, clicca QUI.

---

0 - Commenti