Analisi volumetrica petrolio WTI - 16/12/2018

Ciao ragazzi, 

oggi vorrei aggiornare la situazione del petrolio, dopo l'articolo di novembre ( Per rileggerlo clicca QUI ).

Dopo una settimana piuttosto tranquilla, i venditori sono riemersi venerdì dopo il rilascio di dati economici più deboli del previsto dalla Cina.

I mercati del greggio WTI sono stati sostenuti la settimana scorsa dagli annunciati tagli di produzione della scorsa settimana e da un rapporto dell'International Energy Agency, che ha mostrato una previsione di deficit nell'approvvigionamento di petrolio entro il secondo trimestre del prossimo anno, a condizione che i membri dell'OPEC e altri importanti esportatori seguano il loro piano per ridurre la produzione.

Con gli hedge fund posizionati decisamente short, sarà necessaria qualche notizia importante per innescare un breakout al rialzo. Tuttavia, dopo due settimane di consolidamento, i volumi presenti in questo range 50-54 dollari sembra mostrare la presenza di un compratore sul mercato, che difende i prezzi da un nuovo sell-off.

Detto questo, potremmo passare un'altra settimana di consolidamento, in attesa dell'effetto FED. Tuttavia dobbiamo rimarcare che i prezzi rimangono vulnerabili al ribasso. Gli investitori stanno osservando gli scambi commerciali tra gli Stati Uniti e la Cina, nonché l'economia cinese. Pertanto, un'interruzione dei negoziati commerciali e ulteriori rapporti che mostrano un indebolimento dell'economia cinese potrebbero incoraggiare gli hedge fund ad aggiungere posizioni corte già consolidate. Questo potrebbe significare nuovi minimi.

Vediamo adesso i livelli chiave del petrolio. 

Fino a quando il prezzo rimarrà sotto i 54,75 $ la tendenza rimarrà impostata al ribasso. Una quotazione sotto i 52,77 $ spingerà il prezzo verso i 49,92 $ da dove, in caso di forte breakout con volume, si andrà verso i 46,7 $, in estensione all'obiettivo naturale 45 $. Se il supporto 49,92 $ reggerà ancora, si possono provare piccoli reversal al rialzo. 

Attenzione agli shakeouts sotto i 49,92  $, che porterebbero alla creazione di una trappola ribassista con formazione di climax. Se il prezzo rompe questa zona e non accelera al ribasso, oppure inverte velocemente, allora ci sarà un'altissima probabilità di un reversal rialzista. 

Se il petrolio perforerà con forza i 54,75 $ avremo un'accelerazione al rialzo del prezzo con obiettivo la zona 57,14 $ - 58,17 $. Tale zona potrà essere utilizzata come reversal ribassista, qualora si fermasse la corsa del prezzo. In caso di ulteriori brakouts punteremo ai 59,75 $, in estensione ai 62 $. 

Ricordate sempre che una volatilità contenuta nella zona di resistenze e supporto indicate, favorirà ingressi reversal nei suoi estremi.

Seguiranno aggiornamenti.

STAY TUNED!

-----

> Il nuovo corso scalping, con nuovi contenuti e tantissime novità, come l'indicatore Wolfvolume, è concluso, ma le registrazioni sono sempre disponibili. Per maggiori info cliccare QUI o scrivere a info@investire.biz.

3 - Commenti

Vince Everett - 17 dicembre 13:19 Rispondi

Grazie Giancarlo..

Andrea Salvini - 17 dicembre 14:46 Rispondi

seguo

Kristina Mendoza - 18 dicembre 09:40 Rispondi

Articolo molto interessante!