Analisi dell'oro: gestione della volatilità valutaria

L'oro sta attraversando un anno molto difficile perdendo l'8% da inizio anno.

La domanda che tutti gli investitori si fanno è: Quando si riprenderanno le quotazioni?

 

Cosa ha davvero spinto i prezzi dell'oro verso il basso?

Tassi di interesse

La FED ha alzato i tassi di interesse per la terza volta quest'anno, cosa che ha inferto un duro colpo all'oro, in quanto è molto sensibile ai tassi di interesse.

Quando la FED aumenta i tassi, i prezzi delle obbligazioni diminuiscono, perché le nuove obbligazioni vengono emesse con una cedola più elevata per riflettere il contesto attuale dei tassi di interesse.

Quando le valutazioni di mercato sono tese, simili a quelle che stiamo vivendo ora, gli investitori tendono a riequilibrare i loro portafogli verso attività più sicure.

Poiché le obbligazioni pagheranno rendimenti più elevati e l'oro non paga nessun rendimento, gli investitori tendono a preferire le obbligazioni e quindi rendono l'oro vulnerabile ai crescenti tassi di interesse.

La forza del dollaro USA

L'oro è stato frenato dalla forza del dollaro USA nei confronti delle valute dei mercati sviluppati e dei mercati emergenti, in particolare, un indebolimento dello yuan cinese prima e della lira turca in seguito.

In effetti, la forza del dollaro è stata uno dei driver più importanti della performance negativa dell'oro quest'anno, visto la retorica sulle guerra commerciali, hanno finora giocato a favore degli Stati Uniti.

Inoltre, sia la BCE che la BOJ hanno ritardato i rialzi dei tassi, aumentando i differenziali tra i tassi di interesse negli Stati Uniti.

Come sappiamo, l'oro è denominato in dollari USA e quindi quando i tassi d interesse aumentano, i flussi di denaro sono attratti verso i mercati americani e questo spinge il dollaro ancora più in alto e quindi i prezzi dell'oro diminuiscono.

 

Perché dovremmo essere ottimisti sull'andamento dell'oro?

Domanda del consumatore

La tendenza al ribasso dell'oro potrebbe probabilmente sostenere la domanda dei consumatori poiché, storicamente, i prezzi più bassi hanno guidato gli acquisti di gioielli, come recentemente accaduto nel 2013, 2014 e 2015.

Per gli investitori, l'attuale fascia di prezzo dell'oro può offrire un interessante livello di ingresso. A fare ripartire la domanda saranno paesi emergenti come l'India, dove i consumatori si preparano per il loro periodo di acquisto tradizionale.

Volatilità del mercato

Storicamente, i prezzi dell'oro tendono ad aumentare con l'aumentare della volatilità. (vedi grafico a barre sotto). Sebbene la volatilità sia stata relativamente bassa, gli investitori sembrano ora iniziare a comportarsi con cautela. La ragione di questo sentiment prudente era dovuta a diversi fattori principalmente:

- L'attuale espansione americana è la seconda più grande nella storia (il mercato rialzista più lungo dei tempi moderni spinge le valutazioni a massimi pluriennali)
- Finora, gli effetti delle sanzioni commerciali hanno colpito principalmente i mercati emergenti - come la Cina o la Turchia ma l'espansione o il mantenimento di sanzioni per un periodo più lungo probabilmente danneggeranno la crescita globale .
- Rischi geopolitici in aumento dalle politiche economiche sempre più nazionalistiche in molti paesi, inclusi i difficili negoziati sulla Brexit.
- Oltre la FED, Le altre banche centrali desiderano mantenere le proprie valute competitive grazie a bassi tassi di interesse che può determinare un aumento dell'inflazione. L'oro è considerato una buona copertura contro l'inflazione e quindi dovrebbe spingerne il prezzo più in alto.

Il passato ha dimostrato che uno qualsiasi di questi rischi può essere il catalizzatore che accende la forte domanda di investimento in oro.

 

Linea di fondo

L'oro è un bene altamente liquido senza rischio di credito. Normalmente viene acquistato sia come bene di lusso sia come investimento e quindi avere un'esposizione all'oro può giocare un ruolo fondamentale in un portafoglio.

Personalmente credo che la tendenza dell'oro stia ora cambiando e dovremmo iniziare a vedere un impulso positivo fino alla fine dell'anno.

Come abbiamo evidenziato prima, tuttavia, il principale catalizzatore per la tendenza negativa per l'oro è stata la forza del dollaro statunitense. Quest'anno, ad esempio, anche se abbiamo avuto periodi di volatilità, l'oro ha continuato a soffrire.

Nel mercato odierno penso che abbia senso avere un'esposizione all'oro man mano che ci avviciniamo ad una maggiore volatilità, ma dal momento che il dollaro USA sembra inarrestabile, potrebbe essere sensato esporsi su entrambi.

Avendo posizioni sia nel GOLD che nel US Dollar index, guadagnerai in modo efficace esponendoti a un rifugio sicuro durante periodi di stress e allo stesso tempo avrai protezione nei momenti in cui l'USD diventa più forte.

Come esempio, osservando il grafico sottostante possiamo capire che quest'anno se avessimo investito in oro, avremmo perso l'8,35%. Essendo anche LONG l'indice USD, avremmo poi guadagnato il 4,06% e quindi la nostra perdita complessiva si sarebbe dimezzata.

----------------

Ti piacerebbe iniziare a fare trading con uno dei nostri broker partner? Clicca qui per aprire gratuitamente un account con IG markets

Se invece ti piacerebbe sapere altri spunti come questi, iscriviti al canale telegram 'Traders Club'.

0 - Commenti