Indici

/ / / Una FED tutt'altro che accomodante

Una FED tutt'altro che accomodante

Una FED tutt'altro che accomodante

Buongiorno a tutti,

come ben sapete nella giornata di Mercoledì 13/06, la Federal Reserve (banca centrale Americana) ha rilasciato le dichiarazioni sulla politica monetaria, alzando i tassi da 1.00% a 1.25%.

Si era discusso nella sessione FORECASTER + CHERRY'S SYSTEM precedente al meeting della FED, dell'importanza di questo appuntamento perché avrebbe potuto dare, a mio avviso, indicazioni riguardo ai futuri movimenti dei mercati finanziari.

Ma qual'é quindi il messaggio che la FED ha lanciato al mondo della finanza?

Dunque, personalmente visto l'ultimo dato pessimo sui NFPR (buste paga del settore non agricolo), e gli utlimi dati altrettanto negativi usciti proprio nel pomeriggio di Mercoledì che hanno preceduto la riunione della FED, (anche se ho creduto che ormai la decisione fosse già presa) ho persino pensato che l'aumento dei tassi d'interesse sarebbe potuto venire a mancare, anche in virtù del mancato apprezzamento del dollaro nel periodo precedente all'uscita del dato.

Come seconda possibilità, vedevo un rialzo dei tassi d' interesse, ma con un atteggiamento piuttosto accomodante da parte della FED, con un messaggio del tipo:" Valuteremo eventualmente ulteriori rialzi poiché i dati sono buoni, ma non da farci pensare per ora ad ulteriori rialzi entro l'anno, perché ricordiamo che la politica economica del presidente Trump..." ecc.

E invece il messaggio della FED é stato tutt'altro che accomodante, la governatrice Janet Yellen, ha di fatti dichiarato che:" Ci sarà almeno un altro rialzo entro l'anno, e molto probabilmente già in autunno (quindi presumo a Settembre), e che che ci saranno altri rialzi che avverrano gradualmente nel corso degli anni " e quando é stato fatto notare alla governatrice il dato sull' inflazione non molto incoraggiante, la risposta é stata:" Non guardiamo il dato sull'inflazione in un ottica di breve termine, ma pensiamo che il dato potrà essere migliore se osservato nel lungo periodo ".

Quindi, essendo che come abbiamo visto nell'ultima sessione molti trend erano vicini al termine del loro percorso, credo che le svolte indicate dal FORECASTER potranno avvenire, e che gli indici, spinti da questo clima di fiducia dettato dalla Federal Reserve, potranno anch'essi proseguire seguendo le indicazioni delle previsioni ottenute secondo stagionalità.

Ne discuteremo nel dettaglio nella prossima sessione di Martedì 20/06/2017, vi aspetto! Clicca QUI per iscriverti!

Un saluto Marco

---

Clicca QUI per informazioni riguardo il servizio: troverai inoltre un video esplicativo riguardante il metodo previsionale utlizzato.

---

Marco Di Vita

Marco Di Vita


Esperto nell'utilizzo del software Forecaster e ideatore del metodo Cherry's System, che ha cambiato la vita a molti traders.

1 - Commento

  • Silvestro Ventrella 19 giugno 01:01 Rispondi