Tutti scappano dall' indice ITA40

Altra giornata di "pioggia" sugli indici europei.. niente di strano, siamo nel pieno della stagionalità negativa!

Siamo ad un soffio dal nostro primo livello di ingresso al rialzo, ovvero 21.000 punti.

Sei interessato alla stagionalità?

prova il nuovo software sul sito www.forecaster.biz

5 - Commenti

Matteo Ercolin - 22/09/2015 16:59 Rispondi

D'accordo con l'opportunità di sfruttare un rimbalzo dai 21.000 ma d'accordo anche che la stagione resta negativa e quindi, molto probabilmente, si scenderà ancora.

Io suggerirei uno stop di 150 punti dai 21.000. Che dite?

 

Luca Discacciati - 22/09/2015 17:45 Rispondi

lo stop è come il casco in moto... sempre in testa ed allacciato!

andrea tibaldo - 23/09/2015 08:43 Rispondi

ok Luca e Matteo, mi avete convinto, solo un cippino per ora. Anche se personalmente insisto ad attenderre che arrivi a 20500. Mi sorge però una domanda...spontanea. Voi lo avete detto in molte occasioni che il MIB è in  correlazione +/- stretta con gli altri indici; ma quale di questi indici è il maggiormente correlato? spain, eurstoxx o dax? diciamo sull'arco temporale del daily. Mi verrebbe spontaneo pensare alla Spagna per mille motivi dai culturali a carattteriali, nonchè anche economici. Ma voi che ne pensate? Ha un fondamento o è solo un mio pregiudizio nato dal fatto che preferisco parteggiare per i "deboli"? 

Matteo Ercolin - 23/09/2015 12:22 Rispondi

I 20.500 li riattendo anche io prima della metà di ottobre. Non credo sia del tutto escludibile una toccata a 20.000 che è il livello raggiunto a fine agosto per la crisi cinese.
Da li partirei con forza con dei long, sempre che il mercato non arrivi su questi livelli talmente forte da farmi pensare a rotture ben sotto i 20.000.

Sulle correlazioni è senza dubbio più esperto Luca però tendenzialmente tutti i paesi dell'Europa centrale sono molto correlati. Difficilmente se Germania e Francia sono fortemente negatiti avremo un MIB in positivo. D'altro canto se accadono situazioni molto particolari di divergenze si può operare in spread.
Personalmente ritengo che la Germania, al momento, sia quella che se la sta passando un po peggio vedi anche i dati francesci usciti oggi migliori delle aspettative, Italia che promette benino. 

andrea tibaldo - 23/09/2015 14:31 Rispondi

ben gli sta a quella c.....ona inch....bile. non so perchè ma mi stanno in antipatia sti tedeschi che contro di noi non hanno mai vinto una partita di calcio, che conta. Anche quello che è successo a Volkswagen; chissà perchè non mi sorprende molto. I tedeschi non sono nuovii a questi "exploit". La storia ce lo insegna. Vi ricordate la Germania di Hitler? che veniva da una situazione di disastro economico senza precedenti in Europa. Dopo la sconfitta dovette pagare degli indennizzi paurosi (vedi la Grecia di adesso) oltre ad essere costretta a subire i periodici controlli della "troika" di allora composta da Inglesi ed americani? ve lo ricordate? ebbene la Germania di allora era un pò la Grecia di oggi. E nonostante tutto è riuscita in barba ai controlli più stringenti ad eluderli ed a creare una macchiana da guerra, diversificando e mistificando la produzione di armi belliche confondendo anche se stessa. E...non serve che vi ricordi altro . la storia si ripete. astuti ed infingardi fino all'osso.