Spread interessante tra Germany e Italy

Ciao a tutti,

torno a scrivere su investire.biz dopo un periodo di pausa e dopo qualche soddisfazione con il trading direzionale.

Oggi voglio farvi riflettere sullo spread tra Italia e Germania in figura.

Il mercato tedesco (in rosso e verde) ha sovra performato quello Italiano (in grigio e blu) sopratutto nelle ultime ore di negoziazione. 

Sono convinto che questa differenza debba, nel breve, riassorbirsi, anche perchè la Germania in questo momento ha piu' problemi da fronteggiare rispetto all'italia (Settore Automobilistico e Bancario).

Quindi ho impostato la seguente operazione:

Long Italy40 mini 2.36 contratti

Short Germany 30 mini 1 contratto

Cosa ne pensate? Chi l'ha fatta?

6 - Commenti

Enrico Lanati - 23/10/2015 14:35 Rispondi

Ciao Giovanni, bentornato!

I tuoi articoli sono sempre interessanti, pero' bisogna ricordare che questo tipo di operatività potrebbe non essere adeguata per chi ha conti troppo poco capitalizzati.

Consiglio agli utenti del sito un corso di qualche tempo fa proprio sugli spread: CLICCA QUI

Marco Di Vita - 24/10/2015 22:24 Rispondi

Si mi sono accorto anch'io senza guardare nemmeno il grafico che il germany 30 ha avuto una performance eccezionale, però penso che potrà si avere un piccolo ritracciamento, ma solo fisiologico, e anzi credo che il rialzo non sia ancora finito, e comunque questo non fa che confermare che il rialzo sul titolo italiano continuerà ancora, visto il divario di prestazione che si è creato tra i due, quindi perché prendersi il rischio di entrare short sul germany 30? Io a questo punto visto che vuoi "investire" 3.36 mini contratti, li metterei tutti sul' Italy 40 long, su cui io sono già da 22000. Ciao a tutti buon trading

 

andrea tibaldo - 26/10/2015 09:44 Rispondi

raga, anche io non vedo proprio di buon occhio questo spread. meglio splittare su due posizioni LONG con seconda entrata nel caso uno degli indici (o entrambi) ritracciano fortemente. Non li vedo ancora lanciati anzi potrebbero stornare di parecchi punti dopo i 600  del DAX tra giove e venere. sono LONG ita40 e preparo un LONG ger30 nel caso scivolasse sotto le scarpe.

gianluca verdecchia - 02/11/2015 23:03 Rispondi

io invece per chi non ha molta liquidita ho pensato di fare 1 contratto di germania mib cap 50 che quota circa 21300 euro pero costa 1euro a punto contro 5euro di germania 30. quindi si puo fare compro 1 contratto italia e vendo 1 contratto germania mib cap50. che ne dite? forse non è molto correlato pero' dal tronde neanche il dax lo è contro l'italia. o Errico lanati o Luca discacciati (o chi se ne intende piu di me) se ho ho detto una cavolata smentitemi subito cosi evito di farla sia io che gli altri. 

Simone Pantaleoni - 24/12/2015 00:20 Rispondi

A riguardo, ho una visione diversa.

Anche io, sono stato inizalmente tratto in inganno qualche anno fa', dalle pseudo-correlazioni degli indici europei... e onestamente, non mi e' mai stata data una esatta e reale motivazione a riguardo.

Io vi domando... PER QUALE MOTIVO SE SALE UN INDICE, DEVE SALIRE ANCHE L'ALTRO?

Mi spiego meglio... guardiamola su un ambito decennale.... DAX e MIB hanno performato allo stesso modo? (mia risposta... no!... basta guardare i massimi raggiunti dal DAX, e i vecchi massimi del MIB, praticamente irraggiungibili allo stato attuale)

10 anni fa'... Cos'era quotato sul MIB?.... Tiscali, Seat Pagine Gialle, Saipem da 40Euro... E Ora?? SPARITI...

Il MIB e' un indice in cui, l'80% della capitalizzazione e' data dalla quasi totalita' di titoli bancari, FORSE con la sola eccezione di ENI.

Prospettive MACRO per il futuro? Vogliamo davvero confrontare i due indici?

Beh... detto questo... Datemi una motivazione per la quale dovrebbero SALIRE INSIEME...


... e non vi parlo nemmeno del fatto... che se siete stranieri... tradate il Future sul DAX in Europa... e raramente guardate il resto... specialmente considerando che l'Italia, quota circa lo 0.8% dei capitali mondiali, contro (anche se pur sempre modesto) una percentuale sul totale mondiale di circa 2-3% detenuto dal DAX.

Pietro Sferrino - 31/12/2015 16:32 Rispondi

Wow, Simone! Interessanti Notazioni! ...
Spero di continuare a leggere altre note in questo articolo (io essendo alle prime armi, non mi esprimo).
Buon anno a tutti comunque! ^_^