SPREAD FRA-SPAIN che fare?

Ho aperto lo spread sul primo segnale SMS di giovedì e sono quindi in forte perdita.Ho chiuso la "gamba" francese con un modesto guadagno, ma la gamba spagnola è ancora aperta ed è scesa a picco. Leggendo qua e là, mi risulta che potrebbe scendere ancora e FORSE fermarsi su una resistenza intorno a 9550...che per me costituisce un limite non superabile...Suggerimenti? Che cosa ci possiamo aspettare sull'indice spagnolo dopo il crollo del Banco di Santander?

14 - Commenti

Luca Discacciati - 12/01/2015 09:54 Rispondi

Le operazioni in spread non vanno chiuse a pezzi!!!

ci vediamo comunque al webinar di questa sera dove analizzeremo la situazione

clicca QUI per iscriverti

FABRIZIA C. - 12/01/2015 10:05 Rispondi

Lo so, Luca: a quando un corso sulla gestione del panico ? Oppure è solo questione di esercizio ed esperienza?

 

Matteo Ercolin - 12/01/2015 20:33 Rispondi

Ciao Luca,

ricollegandomi ai commenti degli altri amici, in particolare a quello di HeryBerto, perchè Investire.biz non programma un corso sul money management?
Io proprio seguendo Williams mi sono fatto un po di conti in tasca ma sarebbe bello avere una lezione da voi!!

Grazie

Matteo D - 12/01/2015 11:07 Rispondi

se non chiudevi la gamba in profitto compensavi le perdite si possono fare tutti i ragionamenti di sto mondo "chiudo una cosi l'altra sale  ecc " ti può andare bene 1-2 volte ma quando ci sbatti il naso sono dolorini :)

Heryberto Biondi - 12/01/2015 14:18 Rispondi

Ciao Patrizia, il panico non lo si deve gestire, non deve proprio esistere! 

Faccio trading con denaro reale da poco più di un anno e il caleidoscopio di emozioni l'ho provato tutto, guadagnando e perdendo. Alla fine ho scoperto che il trading deve essere "noia"! Chiudere un trading con una perdita X o con un guadagno Y deve dare le stesse emozioni di quando si compra il pane e attenta non ho detto quanto pane...

Fare trading deve essere una sorta di routine fatta senza emozioni.  

Questo in ordine di importanza: gestione delle emozioni, money managment e strategia.  Quindi come si fa a tradare senza emozioni? Come si riesce a clikkare sul tasto acquista in lucida freddezza? Come si supera emotivamente uno o peggio una serie di stop loss? E non meno importante come si resta freddi con una posizione aperta in gain?

Larry Williams usa in maniera scherzosa ma illuminante questa formula: E=mc2. Dove "m" sta per il denaro in ballo, "c" sta per la grandezza della posizione e "E" sta per EMOZIONI. Quindi se dobbiamo diminuire la dose di emozioni dobbiamo diminuire i fattori che la generano, ovvero "c" e "m".

Io parto da questo presupposto: PRIMA di entrare a mercato e impostato lo stop loss, immagino che i soldi che andrò ad investire siano persi e mi faccio queste domande:

1) quanto sono disposto psicologicamente a perdere in un colpo solo? 

E' troppo? Diminuisco la size. Fatto questo la potenziale perdita soddisfa il requisito 1?

2) Questa cifra se persa rientra nel calcolo statistico del mio money managment?

Se tutto è OK entro a mercato. 

Se serve opero anche con i microlotti!

Saluti

Heryberto

 

FABRIZIA C. - 12/01/2015 15:34 Rispondi

Grazie a tutti  dei suggerimenti. Non vedo l'ora di "annoiarmi" un po' anch'io, anche se suppongo che questa fase iniziale di subbuglio e incertezza sia un po' inevitabile. Lo spread trading è molto interessante per un principiante proprio per il fatto di essere una operazione con buone probabilità di riuscita e in qualche modo protetta da grosse perdite. Tuttavia, comporta anche di avere il controllo necessario per stare ad attendere il momento opportuno e intanto osservare quei numeri rossi con il meno che diventano sempre più grandi...Nessuno di voi, almeno all'inizio dell'attività, ha passato il proprio tempo sul grafico a 5 minuti ad osservare l'andamento TICK per TICK ?(vi ricordate la barzelleta sul carabiniere a cui viene chiesto di controllare se la freccia dell'automobile funziona?).

Grazie anche a  Luca, Enrico e tutto lo staff di TS investing, per i seminari validi, i buoni suggerimenti e la disponibilità. Fin qui è stata comunque un'avventura istruttiva e divertente.

Heryberto Biondi - 12/01/2015 21:28 Rispondi

Non sei sola, Fabrizia, ho guardato grafici a 1M anche per 20 ore consecutive, ho provato a stare davanti al pc a qualunque ora del giorno e della notte...

Andrea Borgarello - 12/01/2015 15:49 Rispondi

Effettivamente la gestione delle emozioni nel trading sembra una cosa banale a mente fredda, ma è tutt'altra cosa quando si ha del denaro reale in gioco.

Sicuramente serve parecchia molta pratica e buoni consigli per imparare a gestirla correttamente, grazie Heryberto per la bella spiegazione .....

Heryberto Biondi - 12/01/2015 21:53 Rispondi

Invece è più banale di quanto si creda. Gestiamo le nostre emozioni tutti i giorni. Pensa solamente a quella cifra sopra la quale qualunque cosa tu vada ad acquistare abbia bisogno di un certo "ragionamento" e a quella cifra che anche se la spendi per un bene effimero non di crea preocupazioni.

 

FABRIZIA C. - 13/01/2015 11:30 Rispondi

 Mi associo a Matteo per la richiesta di un corso sul money management : magari per molti sembra una cosa banale, ma non avete idea delle stupidaggini che si possono fare...

Grazie a tutti Heryberto, Dr. Neo , Andrea e naturalmente Luca per le vostre risposte: apprezzo moltissimo la possibilità di condividere liberamente idee ed esperienze, credo che per i neofiti sia molto importante.

Stefano Nuccio - 13/01/2015 15:29 Rispondi

Il problema è che questo SPREAD è nato dall'euforia di un precedente SPREAD andato bene.

Il guaio è che la perdita è su tutte e due le gambe (quindi, almeno per ora, ha perso la definizione di market-neutral). Personalmente ho fatto alcune operazioni per ottimizzare i piazzamenti dei livelli di entrata su Spagna e Francia (ovviamente con estremo pericolo). Il risultato è che ho fatto qualche miglioramento ma non ho risolto.

Credo che a questo punto la Francia sia proiettata a 4370 e la Spagna ha ripreso l'allineamento di performance (in questo momenti IT-FR-GE-SP viaggiano a 1,65% di media). Quindi, al netto di miracoli di extra sprint per la Spagna, non credo si possa passare in utile (complessivamente parlando). Al massimo possiamo limitare la perdita.

Per tornare in utile serve una mano esterna (Draghi, etc) altrimenti è difficile.

Ci vuole fede (ed un conto capitalizzato)!

Jean Christophe Dufour - 13/01/2015 16:45 Rispondi

Condiviso i discorsi sullo stress, dobbiamo quanto possibile vedere i numeri come sono, ne freddi ne caldi sono numeri !


Invece ho un ragionevole dubbio che il spread Francia-Spain possa andare a buon fine, come lo dimostra il grafico collegato, il mio Break Even Price si trova in una zona ancora accessibile quando gli indicatori indicano che forse il divario sta per esaurire le sue forze.

Io tengo in portafoglio le posizione aperte l'8 e il 9 gennaio.

Con Cordiali saluti

JcD

Ps non credo in miracoli, almo per fare trading ;-)

Stefano Nuccio - 14/01/2015 14:37 Rispondi

Chiuso con un buon profitto. Non ci speravo più.

Stefano Nuccio - 14/01/2015 14:59 Rispondi

Chiuso con un buon profitto. Non ci speravo più.