Nessun cambiamento dalla FED .. ci sono delle opportunità?

La scorsa notte la Federal Reserve (FED) ha lasciato invariati i tassi di interesse negli Stati Uniti, come ampiamente previsto, ma ha mantenuto il piano per alzare gradualmente i tassi alla prossima riunione di settembre. Ora c'è una probabilità dell'80% che i tassi aumentano la prossima volta.

Nella dichiarazione è stato evidenziato che l'economia statunitense sta continuando la sua espansione con un tasso di crescita del 4,1% nel secondo trimestre, che è il migliore in quasi quattro anni. L'inflazione si attesta ora al 2,2%, molto vicino all'obiettivo del 2% della FED, mentre la disoccupazione è ora del 4%, prossima alla piena occupazione.

Dal punto di vista del mercato azionario non è cambiato granché, mentre il rendimento del Treasury USA a 10 anni ha toccato il 3% da giugno. Quando le banche centrali adottano una politica aggressiva per quanto riguarda i tassi di interesse, significa che i funzionari stanno vedendo, come nel caso degli Stati Uniti, che l'economia sta andando bene e in linea con i loro obiettivi di normalizzazione.

Sul grafico sottostante, possiamo notare che la FED ha aumentato i tassi sette volte dalla fine del 2015 quando hanno iniziato a stringere la loro politica monetaria. A seguito della crisi finanziaria del 2008, il tasso base si è mantenuto allo 0,25% per sette anni fino al primo rialzo a dicembre 2015, quando e salito al 0,5%. Il tasso ora si attesta al 2%.

Un settore che beneficia quando i tassi di interesse aumentano è il settore finanziario in quanto le banche / istituti finanziari caricheranno di più per prestare denaro. Il grafico sopra confronta l'indice S & P 500 Financials (linea rossa), che comprende solo le 68 società del settore finanziario nell'indice S & P 500 più ampio (linea blu), con il già citato indice di tutti i settori.

Possiamo notare che da quando c'è stato il primo rialzo nel 2015, l'indice basato solamente sulle società finanziarie ha recuperato i precedenti livelli di crisi e, a lungo termine, è riuscito a battere l'indice generico. Dopo la variazione di prim'ordine nel 2015, le società finanziarie sono riuscite a sovraperformare il mercato in generale di oltre il 13%.

La tendenza alla normalizzazione dei tassi sembra destinata a continuare, quindi, per coloro che non sono ancora sovraesposti in questo settore potrebbe essere un buon momento per riequilibrare i propri portafogli. L' indice S & P 500 Financials può essere negoziato nel suo complesso oppure uno può scegliere uno o più tra i costituenti sottostanti. Le prime 10 posizioni in questo indice sono riportate di seguito:

Nome (Simbolo)

JP Morgan Chase & Co (JPM)
Berkshire Hathaway B (BRK.B)
Bank of America Corp (BAC)
Wells Fargo & Co (WFC)
Citigroup Inc (C)
Goldman Sachs Group Inc (GS)
US Bancorp (USB)
American Express Co (AXP)
Morgan Stanley (MS)
PNC Finl Services Group (PNC)

Offriamo consulenza finanziaria specifica su vari strumenti e settori in linea con la vostra situazione finanziaria e la propensione al rischio. Si prega di visitare la nostra sezione di consulenza o di contattarci su info@investire.biz per saperne di più.

Per coloro che desiderano negoziare per proprio conto, si prega di visitare la nostra sezione broker per aprire un conto al fine di beneficiare dei nostri bassi tassi di commissione.

0 - Commenti