Il pesce puzza dalla testa.....indici a un bivio

Ciao Ragazzi, 

in questi giorni sono stato a Valencia per una conferenza e, mentre seguivamo la chiusura dei mercati dopo la conferenza di Mario Draghi, ho notato una quantità insolita di volumi che entravano in continuazione in range stretti e in false rotture. 

Ho ricevuto numerosi messaggi ed email da numerosi trader che mi chiedevano cosa stesse succedendo sui mercati, per cui ho deciso di riassumere il mio pensiero e le mie analisi con quest'articolo, sperando di fare cosa gradita.

Questa situazione non mi è nuova e sempre, dopo di essa, c'è stata un'esplosione direzionale. Vale la pena fare un esempio recente: nel mese di Ottobre del 2017 abbiamo assistito a 3 settimane di compressione unica, alcuni indici non facevano neanche 20 punti d'escursione giornaliera, provocando una reazione d'angoscia nei traders per le forti difficoltà ad operare. Poi all'improvviso......BOOM! Da Novembre a Marzo era l'esatto contrario, non si poteva andare in bagno che il mercato andava su è giù come se fosse impazzito.

Nei precedenti articoli vi ho parlato del ciclo della bastonatura iniziato a Febbraio, dove l'alta volatilità non avrebbe permesso nessun acquisto swing concretamente "tranquillo" e il saliscendi avrebbe dato mazzate a tutti....e così è stato.

Vi avevo anche detto che a fine marzo avremmo avuto un minimo di abbassamento della volatilità e una nuova fase accumulativa. Questa fase puntuale è arrivata e il mercato ha girato al rialzo.

Adesso bisogna analizzare con attenzione due quesiti:

1) COME E' AVVENUTO QUESTO RIALZO?

Non come quello di Novembre e Dicembre 2017, questo è certo. Ma continue accelerazioni al ribasso dopo ogni rialzo mettevano in dubbio il rialzo stesso che si è fermato guarda caso per il DAX nella zona dei 12533 e per l'SP nei 2718, rotte sì ma lì rimane il prezzo. Vi ho anche parlato di un potenziale swing di 500-800 pips sempre per il DAX, che è ancora valido. Tuttavia il mercato in questi giorni non ne vuole sapere di andare oltre i massimi precedenti. Anzi non si vedono dimostrazioni di forza. Questo è un dato di fatto che ci porta due possibilità: o continuiamo ad accumulare fino a giugno tra alti e bassi, o avremo un secondo sell off. E' chiaro che tanti guru nel 2017 parlavano d'inversione nell'analisi ciclica, il mercato però continua a salire. E rimango convinto che lo farà ancora. Il Sell off di Febbraio però è un segnale di pericolo e non mi meraviglio se tra quest'anno e il 2020 ci sarà il crollo. Crollo che deve andare oltre il 20 per cento, altrimenti sarà sempre una correzione della tendenza primaria rialzista. I dati macro e statistici saranno oggetti di discussione nel prossimo webinar "in Linea conl'Economista" in programma giovedì 10 maggio alle 18! Passiamo alla seconda domanda.

2) PERCHE' QUESTA CONTINUA COMPRESSIONE DEI PREZZI AL RIBASSO SE IL MERCATO STA ACCUMULANDO?

Ho sentito parlare di bull trap immediatamente. E anche di bearish trap. Bene chi ha ragione? Come sempre nessuno. Me compreso ci mancherebbe. Il primo errore è l'ostinazione a fare previsioni su vecchi trend o intuizioni personali. Peggio ancora fare lo show analitico per poi dire "l'ho detto, lo sapevo". Il problema è che pochi cercano di capire le cause di questo movimento. Riflettiamo insieme e analizziamo cosa sta succedendo. Le mani forti, che sono i creatori del mercato e quindi gli unici a sapere la verità assolutà come proprietari di tutti i movimenti del prezzo, hanno abbassato sì la volatilità e hanno fatto salire i prezzi.......allora perchè entrano tutti questi volumi e il mercato non si muove?

La volatilità, ve lo dissi allo scorso webinar del lunedì, è di nuovo cambiata! Le regole sono sempre le stesse ma hanno cambiato modalità operative. Eh sì signori miei, adesso si sono inventati qualcosa di davvero spiacevole: restringere i range medi giornalieri e fare continue finte con movimenti veloci che sembrano rotture al rialzo o al ribasso ma che in realtà sono solo la fase preparatoria al prossimo trend. E qui stanno inserendo una marea di volumi proprio per questo fine.

Adesso capite il lago di sangue di questa settimana. I vampiri hanno bisogno di sangue fresco continuamente.  Ricordatevi che le mani forti agiscono in modo strategico mentre noi lavoriamo principalmente sulla tattica, perdendo di vista la visione d'insieme.

Ecco perchè il titolo: "il pesce puzza dalla testa". Sia i compratori che i venditori sono stati smentiti. Qualcosa di grosso si muove. Non è ancora accaduto niente però. Ripeto non è ancora accaduto. Allora chi ha ragione? Logico, le mani forti. E allora, come facciamo a capire se comprare o vendere? Basta capire due cose. La prima è che senza l'analisi volumetrica navigherete sempre alla cieca e la seconda che dovete aspettare pazientemente l'esplosione direzionale. 

Che dovrebbe avvenire già la prossima settimana. O si abbandonerà definitivamente questa fase portando a nuovi rialzi, oppure si inizierà a scendere in modalità "flash crash".

E stavolta c'è qualcosa che deve davvero preoccupare: i mercati messi male sono proprio quelli americani per motivi legati alla FED, il rialzo dei tassi, l'inflazione, la poca efficacia della riforma fiscale di Trump, la curva dei rendimenti che si è appiattita per i titoli di stato americani e le dichiarazioni di alcuni grandi società americane per cui gli utili di questo trimestre saranno difficilmente superati quest'anno. 

Allora che famo? CARBONARAAAAAA.

Se Sp non rompe i 2718 non continueremo a salire verso i 2742-2777-2818. E se va sotto i 2611 la cosa si complica parecchio. Così come il DAX non andrà verso i 13000 se non rompe bene bene i 12671, mentre sotto i 12289 comincia la fase "rossa".  Belli i livelli vero? Ma non vi serviranno se non capirete come funziona realmente il mercato e crearvi capacità analitiche per adattarvi alle continue magagne delle mani forti. VOLUMI DOCET.

Tutti ricordiamo il detto: TREND IS YOUR FRIEND. Io invece l'ho cambiato. Per me SMART MONEY IS YOUR BEST FRIEND. Abbandonate ogni speranza o voi che entrate nei mercati finanziari, se non capite il comportamento dei creatori del mercato (DANTE lo aveva già capito). 

Come sempre, seguiranno aggiornamenti e aspetto i vostri commenti. Aldilà se sarete d'accordo o meno, spero di avervi lasciato qualcosa su cui riflettere. D'altra parte il nostro obiettivo è fare ingressi che ci diano profitti, quindi meglio capire il prima possibile dove orientare la nostra attenzione. Vi aggiorneremo nelle prossime settimane su delle belle novità su cui sto lavorando:)

STAY TUNED!

---

> Per chi fosse interessato al corso sui volumi, le registrazioni sono a disposizione,per maggiori info cliccare QUI o scrivere a info@investire.biz.

> Per dare continuità a questo percorso abbiamo anche attivato un canale telegram per l'apertura del DAX, potete visionare il suo funzionamento cliccando QUI

> Torna l'imperdibile "In linea con l'Economista" vi aspetto giovedì 10 maggio alle 18. Iscrizioni QUI

---

 

18 - Commenti

Rossano Montori

Rossano Montori - 28/04/2018 18:09 Rispondi

Giancarlo Prisco

Giancarlo Prisco - 30/04/2018 16:06 Rispondi

Silvestro Ventrella

Silvestro Ventrella - 29/04/2018 00:59 Rispondi

Giancarlo Prisco

Giancarlo Prisco - 30/04/2018 16:09 Rispondi

Silvestro Ventrella

Silvestro Ventrella - 01/05/2018 00:00 Rispondi

Maurizio Neri

Maurizio Neri - 29/04/2018 11:04 Rispondi

Giancarlo Prisco

Giancarlo Prisco - 30/04/2018 16:10 Rispondi

Marco Cattaneo

Marco Cattaneo - 29/04/2018 14:42 Rispondi

Giancarlo Prisco

Giancarlo Prisco - 30/04/2018 16:12 Rispondi

Matteo Montu'

Matteo Montu' - 30/04/2018 00:20 Rispondi

Giancarlo Prisco

Giancarlo Prisco - 30/04/2018 16:14 Rispondi

nicola piasentin

nicola piasentin - 30/04/2018 15:59 Rispondi

Giancarlo Prisco

Giancarlo Prisco - 30/04/2018 16:19 Rispondi

nicola piasentin

nicola piasentin - 30/04/2018 16:43 Rispondi

Giancarlo Prisco

Giancarlo Prisco - 30/04/2018 16:56 Rispondi

nicola piasentin

nicola piasentin - 30/04/2018 17:02 Rispondi

Giancarlo Prisco

Giancarlo Prisco - 30/04/2018 17:14 Rispondi

nicola piasentin

nicola piasentin - 30/04/2018 17:18 Rispondi