Indici

/ / / I GUADAGNI TORNANO INDIETRO! Niente panico, guardate l'ora!

I GUADAGNI TORNANO INDIETRO! Niente panico, guardate l'ora!

I GUADAGNI TORNANO INDIETRO! Niente panico, guardate l'ora!

Molti di voi saranno perplessi dopo avere letto il titolo di questo articolo, beh non vi preoccupate, dietro c'é una logica ben precisa...

Molto spesso in alcune giornate si realizzano profitti importanti in poche ore, questo perché con diverse posizioni incrementate più volte, quando i prezzi si muovono nella direzione giusta, non sono solo 20 o 30 euro di profitto che si realizzano, ma le cifre diventano importanti.

Quello che accade quindi é che sul guadagno totale di tutte le posizioni aperte (aggregato), supponendo ad esempio di avere un profitto totale di 3000 euro, ad un certo punto può succedere di vedere i guadagni tornare in dietro magari a 2300 euro ad esempio.

E qui l'euforia comincia a svanire, e iniziano i pensieri del tipo:" nooooooo, ma che c.....e che sono, lo sapevo c...o, dovevo chiudere tutto a 3000 euro, adesso ho 700 euro in meno che erano un sacco di soldi... ".

Prima di tutto NIENTE PANICO perché:

1) Abbiamo ben chiara in testa la nostra strategia, e quindi chiuderemo le nostre posizioni solo quando arriveremo a target.

2) Guardate l'ora, e scoprirete che la situazione sopra descritta si verifica sempre nel tardo pomeriggio/sera perché... NON ESISTE CANDELA SENZA OMBRA!

Guardate un grafico a time frame giornaliero e vi renderete conto che non succede praticamente mai che una candela chiuda sui rispettivi massimi o minimi di giornata.

Nell'immagine allegata capirete che é normale che si verifichi la situazione 2 e non la 1!

Un saluto Marco

Marco Di Vita

Marco Di Vita


Esperto nell'utilizzo del software Forecaster e ideatore del metodo Cherry's System, che ha cambiato la vita a molti traders.

5 - Commenti

  • elia levante 17 dicembre 00:34 Rispondi
  • Marco Costanza 17 dicembre 10:38 Rispondi
    • Matteo Montu 18 dicembre 13:09
  • Silvestro Ventrella 18 dicembre 10:20 Rispondi
  • sergio valentino 18 dicembre 11:58 Rispondi