Kimura Trading

Gli istituzionali abbandonano il Dollaro americano?

E' oramai da settimane che negli aggiornamenti del servizio COT Report avvisavo che il Dollaro americano era via via abbandonato dagli istituzionali, a favore di altre valute, in particolare l'euro.

Come era capitato con il Franco svizzero nel periodo pre Covid, anche nel caso dell'abbandono del biglietto verde, le Big Banks si sono mosse in anticipo e senza fare troppo rumore.

Chi riceve il report del COT (ricordo che settimana prossima gli abbonati al servizio riceveranno il Video + il file con tutti i dati aggiornati) sa che, proprio in concomitanza del massimo storico del Dollar Index visibile in figura, i volumi in acquisto degli istituzionali erano venuti a mancare, dando un importante segnale che l'inversione poteva essere vicina.

Che cos'è lo U.S. Dollar Index: l'indice che misura la forza del dollaro

Il Dollar Index (USDX, DXY, DX) è un indice che misura il valore del Dollaro americano rispetto ad un paniere di valute straniere. Il valore dell'indice sale quando il Dollaro americano guadagna terreno (si apprezza) nei confronti delle altre valute. Questo indice, che viene pubblicato da IntercontinentalExchange (nota anche con l'acronimo ICE, ndr) è composto dalle seguenti valute (e relativi pesi):

Euro (EUR), 57,6%
Yen giapponese (JPY) 13,6%
Sterlina inglese (GBP), 11,9%
Dollaro canadese (CAD), 9,1%
Corona svedese (SEK), 4,2%
Franco svizzero (CHF) 3,6%

Come è possibile vedere, oltre la metà del valore è data dal peso dell'euro, motivo per cui l'andamento di questo grafico è molto simile al grafico di EURUSD.

Inversione di lungo termine sul Dollar Index?

Siamo sul grafico settimanale del Dollar Index, dove possiamo vedere due elementi che ci fanno capire come l'inversione al ribasso in corso, possa essere davvero una inversione di lungo periodo.

1) Rottura la ribasso della trend line verde di figura: con la rottura al ribasso di una trend line lunga oltre due anni, possiamo affermare che il ciclo quinquennale abbia svoltato al ribasso. A questo punto, come sappiamo grazie alle "nostre" regole sulle trend line, ora i prezzi sono attratti dalla trend line del ciclo superiore, che è quella più lunga visibile sempre sul grafico.

2) Rottura al ribasso di un doppio livello del RANGE INDICATOR, che prietta i prezzi verso il livello successivo, ovvero quello compreso tra 86 e 87.

Dollar index giu, EURUSD su

Questa analisi sul Dollar Index confermerebbe la visione al rialzo su EURUSD della quale abbiamo parlato allo scorso webinar del lunedi.

Vuoi approfittare di questo nuovo trend di lungo periodo? Vuoi operare sia sul Dollar Index che su EURUSD?

Apri un conto con il broker www.kimuratrading.com e opera con la stessa piatatforma che usiamo noi di investistire.biz

Apri il tuo conto da QUI

Oppure scrivi una mail a info@investire.biz per avere assistenza

3 - Commenti

cris cross

cris cross - 04 giugno 14:37 Rispondi

Luca Discacciati

Luca Discacciati - 04 giugno 14:39 Rispondi

cris cross

cris cross - 04 giugno 18:31 Rispondi