Cucina svizzera: non solo emmental...

Ciao,  dopo la dieta del 15 scorso e l'amaro boccone a cura dello chef della BNS oggi il menù propone:

Primo: "Morning Star", Secondo "Double Bottom", Dessert::"Stochastic".

A parte le battute, sfogliando i vari indici mi sono imbattuto in questa interessante configurazione di quello svizzero: le ultime 3 candele formano una cosiddetta "morning star" (o anche "three inside up") che fornisce un segnale rialzista.

Vedo anche un doppio minimo. Lo stocastico 533 si é girato in su.    

3 segnali buoni.

Operativamente gestirei così la posizione:

Ovviamente all'apertura o salirà o scenderà, quindi dividerei la posizione in 3 parti:

Se sale: 1 parte subito a mercato, la seconda alla rottura del massimo della settimana scorsa e la terza al primo successivo ritracciamento.

Se scende: sempre 1 parte subito, 1 se ritorna in area 7900 e la terza  solo alla rottura del massimo della settimana scorsa.

L'obiettivo è tornare a 8700  dove, dopo un rapido momento di autostima, ne chiuderei una metà, stop in pari e lascerei correre il resto stringendo progressivamente lo stop.

Potrebbe anche scendere e basta, fare un nuovo minimo e i 3 segnali andare a farsi friggere: a quel punto chiuderei tutta la posizione esistente (che nella strategia sarebbe in quel momento a  2/3) se dovesse chiudere sotto 7900. Nel frattempo terrei comunque uno stop di protezione largo considerando i valori dell l'ATRx2.

Chi è bravo con lo spread (non io) invece potrebbe farsi venire altre idee.

Ciao

3 - Commenti

Investire .biz - 26/01/2015 11:50 Rispondi

Ciao Stefano,
il tuo articolo è molto interessante, ma volevo aggiungere un dettaglio che magari in molti non hanno considerato.
Oggi è molto rischioso operare sull'indice svizzero a causa dei possibili scossoni dovuti al cambio tra Euro e Franco Svizzero ed alla eccessiva volatilità su questo cross.
Operando in maniera tradizionale anche se la borsa dovesse fare +4% e contemporaneamente il cambio quotasse 1.05 si chiuderebbe il trade con un loss pur avendo fatto un ottimo trade.
Il ritracciamento dei titoli delle multinazionali svizzere (che esportano) è dovuto prevalentemente al cambio che ha, da settimana scorsa, fatto lievitare i costi per per le aziende e reso i prodotti piu’ cari.
Durante il Trading Live di venerdi scorso abbiamo parlato della peculiarità dei CFD che coprono dal rischio di cambio.

Ritengo che in questo specifico caso, il CFD rappresenti lo strumento migliore per effettuare un trade su questo indice, qualora l’indice dovesse fare una performance positiva, si chiuderebbe il trade in utile anche se il cambio tornasse a 1.20

Segui i nostri corsi su Youtube

 

$tefano Prinz - 26/01/2015 16:52 Rispondi

Giusta osservazione e grazie per l'integrazione. Intendevo proprio un CFD. Intanto sono passato alla fase 2. ciao

$tefano Prinz - 29/01/2015 08:41 Rispondi

STERATEGIA DIFENSIVA. Non so se qualcuno ha fatto questa operazione, comunque allo stato attuale il profitto fino ad ora maturato ha incontrato il primo ostacolo: una resistenza in zona 8420 dove si è soffermato da 2 giorni. Sempre le stesse due cose può fare, o salire o scendere. Se sale aspetto una rottura o una chiusura giornaliera sopra 8450 e successivamente potrò calare l'ultimo terzo di posizione preventivato. Ma potrebbe anche scendere dopo aver chiuso dei gap e farmi rimangiare il profitto. Non se ne parla. Quindi sono passato su grafici orari e l'ho tenuto d'occhio. Al primo segnale ribassista ho hedgiato di una volta e mezza l'attuale posizione in modo che se torna a zero avro' aumentato il profitto. Se invece salirà chiuderò l'hedging incassando una perdita di circa un terzo di posizione che verrà recuperata con l'ultima parte ancora da utilizzare nell'obiettivo di rivedere 8700. Se non succederà poco male, si guadagna lo stesso anche tornando indietro. CIAO