Analisi S&P500 e DAX prima della FED - 26.09.2018

Ciao Ragazzi,

stasera alle 20 ci sarà l'attesissimo meeting della FED. Il mercato ha già scontato un aumento dei tassi di 25 punti base, ma ciò che interessa davvero agli investitori è capire dalle parole del presidente Powell come vorrà muoversi la FED nei prossimi mesi, dato che il rischio di una possibile accelerazione incontrollata dell' economia è reale e concreto. Un' elevata inflazione obbligherebbe l'istituto a interventi estremi, con notevoli conseguenze negative sui mercati.

Un atteggiamento "falco" o "colomba" da parte della FED determinerà la direzionalità del dollaro; sarà interessante capire se questo evento possa fornire una nuova spinta al rialzo per gli indici o dovremmo assistere a una pausa d'arresto, in qual caso avremo nuovi scenari di mercato.

Vediamo i livelli chiave per stasera.

S&P500 resta chiuso tra i 2940 e i 2917. Se l'indice dovesse rompere al ribasso quest'ultimo livello, allora avremo possibilità di vedere un test dei 2910-2906, dove il prezzo potrebbe effettuare un forte pullback. I long sono da valutare solo sopra i 2930-2934, con target 2940. Da qui punteremo a nuovi massimi storici.

Il DAX rimane in una zona molto stretta tra i 12302 e i 12405. Il prezzo oscilla in continuazione ma senza prendere una direzione precisa. I primi long sono consigliati solo sopra i 12385 con target 405-416-421. Gli short solo alla rottura dei 12300, livello psicologico che potrebbe favorire ribassi veloci fino a 290-271-265. 

-----

> Il nuovo corso scalping, con nuovi contenuti e tantissime novità, come l'indicatore Wolfvolume, è concluso, ma le registrazioni sono già disponibili. Per maggiori info cliccare QUI o scrivere a info@investire.biz.

> "In linea con l'Economista" torna giovedì 11 ottobre alle 18.00. Iscrizioni QUI

2 - Commenti

Cornelia Sieber - 26 settembre 19:07 Rispondi

Ciao Giancarlo,

 

grazie per le indicazioni - volevo chiederti in quale timeframe i livelli sono validi, M5 o M15 o meglio H1 ? grazie mille in anticipo della tua risposta.

saluti

Cornelia

Giancarlo Prisco - 26 settembre 20:08 Rispondi

i timeframe dipendono dal tipo di operatività e dallo strumento che usi. Sono tutti validi ma devi capire i target che cerchi e lo stop da inserire. Più il target è alto più sale il timeframe. E anche lo stop deve essere proporzionato