A Meta dell’anno...Chi sono i leader ?

Come tutti sappiamo, i rendimenti passati non sono sempre una guida per i risultati futuri, tuttavia è sempre interessante osservare come le varie asset classes e i settori si stanno comportando durante l'anno e cercare di dare un senso a queste mosse. Guardando questi dati possiamo analizzare la tendenza e anche cercare di recuperare i mercati sottovalutati su cui potremmo voler posizionare il nostro portafoglio.

Dal punto di vista settoriale, senza dubbio la migliore di quest'anno è stata la tecnologia con l'indice S & P 500 Technology in rialzo del 16,8%. Altri settori che stanno andando molto bene sono il Consumer Discretionary (+ 15,1%) e il Healthcare (+ 8,8%). I numeri non sorprendono, visto che una crescita economica maggiore comporta una maggiore spesa in beni non essenziali e per cioè le aziende che lavorano nel settore Consumer Discretionary crescono. Per il settore Healthcare i farmaci e le attrezzature mediche più specializzate diventano più accessibili quando l’economia cresce e perciò aumenta anche la domanda per questi servizi.

Il settore peggiore è quello delle Telecommunications (-7,7%), con la principale ragione e che i tassi di interesse più elevati stanno allontanando gli investitori da questi titoli che in precedenza erano utilizzati per attrarre investitori in cerca di dividendi alti in un contesto di tassi bassi. Un altro settore in cattive condizioni è quello dei Consumer Staples (-6,7%) che è l'antagonista del Consumer Discretionary in quanto include prodotti essenziali per le necessità quotidiane, quindi di nuovo qui notiamo una caratteristica ciclica man mano che l'economia continua a crescere.

Quando guardiamo i dati nazionali e regionali, in realtà e l'India che sta ottenendo il massimo con una performance del + 11,7% aiutata da una Rupee debole, ma anche dai recenti innovazioni tecnologiche e iniziative politiche per diventare un'economia "digitale". L'indice S & P 500 è cresciuto del 6,7%, mentre il primo paese europeo nell'elenco è il Paesi Bassi con il + 5,1% e con l'Europa complessivamente solo allo 0,2% spinto dalle tensioni geopolitiche. La retorica delle guerre commerciali sta sicuramente danneggiando la Cina con il suo indice principale Shanghai Composite in calo del 15,5%, rendendolo il peggior mercato azionario per l'anno.

Quando includiamo investimenti non tradizionali, la classe di attività con il miglior rendimento è rappresentata dai futures del grano (WHEAT), con un enorme + 32%, trainata da una maggiore domanda globale e siccità in tutta Europa.

Tenere d'occhio il mercato è sempre utile quando si costruiscono i nostri portafogli e ci dà anche un vantaggio nel prendere le giuste decisioni quando ci si sposta da un investimento all'altro.

 

All returns quoted are in USD and as at 9th August 2018. Data source Wall Street Journal.

-------------------

Past performance is not a guide to future results. This information is being provided solely for information purposes and should not be deemed or construed as investment advice, advice concerning particular investments, advice concerning investment decisions, tax or legal advice. Similarly, any views or opinions expressed are not intended and should not be construed as investment, tax and/or legal recommendations or advice.  No person should act upon any opinion and/or information in this document without first obtaining professional advice

0 - Commenti