Kimura Trading

Investire nell'energia alternativa

A 150 anni dall'invenzione delle celle fotovoltaiche e delle turbine eoliche, queste generano solamente il 7% della produzione mondiale di elettricità.

Qualcosa sta però cambiando: secondo la BP (British Petroleum) le energie pulite, entro i prossimi 20 anni, conteranno per il 50% della produzione mondiale.

L'unico problema delle energie pulite, che derivano sostanzialmente da vento e sole, è che sono energie ad intermittenza e, al momento, non esistono soluzioni efficenti (leggi economiche) dove stoccare l'energia da utilizzare nei momenti in cui il cielo è nuvoloso o non si muove nemmeno un filo d'erba.

Come fare a guadagnare da questo settore?

Segliere una singola azione è davvero complicato, quando si parla di un settore che di fatto deve ancora dimostrare tutto e con degli enormi punti di domanda.

Più facile invece puntare su un ETF.

Al caso nostro fa il GUGGENHEIM SOLAR, un ETF che investe proprio in questo settore, diversificando su varie aziende replicando il MAC Global Solar Energy Index, un indice creato ad hoc per questo obiettivo.

L'ETF si trova sui minimi e, oltretutto, distribuisce un dividendo che, in questo momento, è del 2.72% annuo.

Cosa interessante di questo ETF è che investe anche sulle cosi dette "Small Cap", ovvero quelle azioni che, avendo una capitalizzazione inferiore al miliardo di dollari, hanno più margini di crescita (leggi l'articolo sulle Small Cap QUI)

6 - Commenti

simone das gupta

simone das gupta - 14/03/2017 09:54 Rispondi

Emanuele Persiani

Emanuele Persiani - 14/03/2017 10:08 Rispondi

Christian Rossi

Christian Rossi - 14/03/2017 11:10 Rispondi

ENRICO DAS GUPTA

ENRICO DAS GUPTA - 14/03/2017 11:14 Rispondi

ENRICO DAS GUPTA

ENRICO DAS GUPTA - 14/03/2017 11:19 Rispondi

gianfranco aldeni

gianfranco aldeni - 14/03/2017 14:53 Rispondi