Kimura Trading

Ftse Mib, ritracciamento concluso?

Questa settimana analizzo il futures sul nostro indice borsistico, ovvero il FtseMib 40, l’indice in questione dopo aver superato i massimi del mese precedente, di fatto è solo sceso, cerchiamo allora di capire, attraverso l’ausilio dei grafici, se quello in atto possa essere considerato “solo” un semplice ritracciamento o se qualcosa stia cambiando:

ANALISI TECNICA
Iniziamo dal grafico mensile dov’è ben evidente come il nostro indice, dopo aver segnato il minimo nel Marzo 2009, sia in trend rialzista (linee verdi); vediamo anche come la trendline ribassista, (linea rossa) ottenuta unendo il massimo di Maggio 2007 con quello di Luglio 2015, sia stata violata.


Abbassandoci di time frame, precisamente sul settimanale, possiamo notare come il precedente ritracciamento si sia fermato intorno al 23.6% di Fibonacci (linee tratteggiate nere) che coincideva con i massimi di swing di Marzo e Aprile 2016 trasformando la precedente resistenza in supporto (aree evidenziate in giallo), questo particolare movimento ci porta a classificare il trend come “parabolico”;


spostiamoci ora sul 2° grafico settimanale, dove ho tracciato un canale rialzista (linee nere) unendo i massimi di Gennaio 2017 con quelli di Aprile 2017; seguendo uno dei principi cardini dell’analisi tecnica cioè che “la storia si ripete”, è probabile che anche il ritracciamento di quest’ultimo impulso rialzista, possa concludersi intorno al “nuovo” 23.6% di Fibonacci (linee tratteggiate in verde) che tra l’altro si trova a ridosso della trendline inferiore del canale rialzista che ho disegnato (area evidenziata in giallo).


Quindi come possiamo tradurre tutte queste informazioni in chiave operativa per la prossima settimana???


OPERATIVITA’
La mia view su questo strumento è dunque rialzista, ma se dovesse iniziare la settimana portandosi subito sopra area 19510, è molto probabile che questo iniziale rialzo venga velocemente riassorbito con una rapida discesa dei prezzi, a quel punto il primo target sarebbe intorno ai 19250 dove, se non vi fosse il ritorno dei compratori, potremmo andare a ritestare il minimo della settimana ovvero 18990, qualora raggiunto questo livello non vi dovesse essere una reazione degna di nota, di fondamentale importanza sarebbe la tenuta dell’area 18800 – 18500.


La dinamica migliore per lo sviluppo di un nuovo impulso “sano”, sarebbe se il mercato iniziasse la settimana al ribasso, anche se andasse a testare direttamente l’area importantissima accennata sopra, ovvero quella tra in 18800 e i 18500, l’indice non darebbe segnali di debolezza, al contrario, potrebbe fornire lo spunto per andare ad attaccare i massimi di periodo. In questo caso i corsi avrebbero come primo target la fascia di prezzo compresa tra 19250 e 19600, per poi puntare direttamente al superamento di 20125.

0 - Commenti