Forex

/ / / Yuan e sterlina in calo: mercati interlocutori

Yuan e sterlina in calo: mercati interlocutori

Yuan e sterlina in calo: mercati interlocutori

La settimana si apre in parziale arretramento rispetto ai risultati della precedente con i listini che arrancano in avvio di seduta europea.
La sessione asiatica ha fatto registrare risultati ancora contrastati con Tokyo e l’indice Nikkei in rosso dello 0.34% in controtendenza rispetto a Shanghai che chiude a +0.54% e Hong Kong a +0.25% per effetto del deprezzamento dello yuan cinese che subisce i dati sulle riserve valutare in calo ai minimi da 5 anni.
In Europa i dati macroeconomici continuano a disegnare una situazione in miglioramento, mentre i mercati rimangono sostanzialmente fermi con risultati variabili a cavallo della parità. È soprattutto la produzione industriali tedesca a far registrare il risultato migliore, mentre i dati sul commercio e disoccupazione rimangono ancora parzialmente interlocutori.
Oltremanica il primo ministro Theresa May riesce a far affondare nuovamente la sterlina inglese con dichiarazioni piuttosto approssimative sulla prossima dipartita del Regno Unito dall’Unione Europea.
Sul fronte commodities è soprattutto il comparto energia a catalizzare l’attenzione degli operatori con la prosecuzione della fase di lateralità per i due principali contratti che vedono una significativa battuta d’arresto in avvio di sessione europea, ma si mantengono su livelli apprezzabili: il Brent infatti continua a scambiare a quota 56.10 $/barile, mentre il WTI si ferma in prossimità dei 53.00 $/barile.

Market Movers
08:00 Germania Bilancia commerciale cons. 21.4b prec. 19.4b
08:00 Germania Produzione industriale m/m cons. 0.8% prec. 0.5%
10:00 Italia Disoccupazione cons. 11.6% prec. 11.8%
11:00 Eurozona Disoccupazione cons. 9.8% prec. 9.8%
15:00 Stati Uniti Discorso Rosengren (FED)
18:40 Stati Uniti Discorso Lockhart (FED)

EURUSD
Ancora fase di assestamento per la moneta unica che torna a scambiare saldamente sopra quota 1.05, in parziale arretramento dai massimi di periodo in area 1.06. Il cambio si attesta in apertura dei mercati europei in prossimità di 1.0540 con tendenza al consolidamento dell’area di 1.05 in virtù dei dati macroeconomici incoraggianti in uscita in Europa e per l’effetto che potrebbe arrivare dalle dichiarazioni dei membri FED Rosengren e Lockhart nel pomeriggio.

GBPUSD
Forte escursione sulla sterlina inglese che passa, nel rapporto con il biglietto verde, da quota 1.24 fino a 1.2140 dopo le dichiarazioni di Theresa May che denotano forte discontinuità rispetto ai torni più o meno accomodanti cui i mercati erano stati abituati. La volontà di proiettare il Regno Unito fuori dal mercato unico per indirizzarlo verso legami più stretti con gli Stati Uniti non ha visto i favori degli operatori che hanno penalizzato il cable con forti vendite che potrebbero proseguire fino in area 1.21.

USDJPY
Lo yen giapponese torna a scambiare in area 117.00 in apertura dei mercati europei dopo una sessione asiatica all’insegna della lateralità sui mercati azionari. In particolare l’indice Nikkei della borsa di Tokyo chiude in lieve ribasso a -0.34% in controtendenza rispetto alle cinesi con Shanghai ferma a +0.54% e Hong Kong a +0.25%. Rimane di fatto orientato al ribasso il cambio USDJPY dopo le forti escursioni dei giorni scorsi con possibilità di target in area 116.50 per effetto di un parziale allentamento dei rialzi sull’azionario europeo e statunitense oltre che in virtù dell’assenza di dati macroeconomici di rilievo oltreoceano.

Investire .biz

Investire .biz


Investire.biz è l'unico social network dove chiunque può comunicare le proprie idee in materia di investimenti.

20/08/2014

Punti: 314

0 - Commenti