Termometro CHF/EUR – 15.10.2019

Il tasso CHF/EUR, dopo aver registrato i massimi storici a due anni, sembra voler procedere sulla strada del ritracciamento.

L’apertura alla data odierna si è assestata sul livello di 0.9089. Proprio la rottura al ribasso del livello 0.9090 è un’indicazione di come la forza rialzista che ha sospinto il Franco Svizzero negli ultimi mesi si stia, a poco a poco, affievolendo.

La Banca Nazionale Svizzera prosegue sulla strada di favorire un deprezzamento del Franco nei confronti dell’euro, per sostenere l’economia Svizzera votata all’export. Si tenga però presente che le condizioni macroeconomiche globali sono nuovamente ad un crocevia d’incertezza, a causa delle continue frenate ed accelerazioni dei negoziati USA – Cina ed anche UK – EU, rispettivamente per la questione dazi e Brexit.

Questo clima d’instabilità politica potrebbe forzare i mercati a premiare il Franco Svizzero a discapito dell’euro e mettere così in difficoltà la BNS rispetto alla propria missione di politica monetaria.

Le mie attese per il cambio CHF/EUR, almeno nel medio periodo, rimangono neutrali/rialziste.

Per cambiare i tuoi CHF in EUR e viceversa, visita www.cambiavalute.ch

0 - Commenti