Temi caldi per il G7 al via in Giappone

Si apre oggi il G7 in Giappone con un’agenda particolarmente fitta per i capi di stato e di governo del gruppo. Al centro della scena rimangono temi come l’immigrazione, la stabilizzazione del panorama politico europeo oltre ovviamente agli strascichi della crisi e l’emergenza terrorismo.
Sul fronte commodities, buoni i risultati delle agricole e dei metalli industriali, che mettono a segno buone performance. Ancora al centro della discussione l’eccesso di capacità produttiva cinese, soprattutto sul fronte dell’acciaio, aspetto tornato alla ribalta dell’agenda del G7.
Sul fronte energetico, per la prima volta da Novembre, il petrolio arriva a quota 50.00 $/barile per il Brent, mentre il WTI rimane poco indietro attestandosi a 49.80 $/barile con un sensibile restringimento dello spread per effetto del calo marcato delle scorte negli Stati Uniti che, proseguendo la tendenza nelle settimane precedenti, ha avuto impatto maggiore sulle quotazioni del contratto scambiato a Chicago.
Attesa anche per i dati macroeconomici negli Stati Uniti che dovrebbero segnalare un arretramento del trend positivo su alcuni settori chiave tra cui il comparto industriale, immobiliare e occupazionale: proprio per questo motivo, viste le dichiarazioni dei banchieri centrali, sarà di rilevante importanza sondare i risultati che potrebbero allontanare il rialzo dei tassi da parte della Federal Reserve nella prossima riunione del FOMC di Giugno.

Market Movers
09:00 Spagna PIL a/a cons. 3.4% prec. 3.5%
10:00 Italia Vendite al dettaglio a/a cons. 1.0% prec. 2.7%
10:30 Regno Unito PIL a/a cons. 2.1% prec. 2.1%
11:15 Stati Uniti Discorso Bullard (FED)
14:30 Stati Uniti Ordinativi beni durevoli m/m cons. 0.5% prec. 0.8%
14:30 Stati Uniti Nuove richieste sussidi cons. 275k prec. 278k
16:00 Stati Uniti Vendite case in corso m/m cons. 0.6% prec. 1.4%
18:15 Stati Uniti Discorso Powell (FED)

EURUSD
Dopo un rapido tentativo di recupero dai minimi toccati ieri in area 1.1130, la moneta unica consolida l’area attuale a 1.1170 in apertura dei mercati europei riducendo le perdite da inizio settimana. Saranno centrali i dati in uscita nel pomeriggio negli Stati Uniti che potrebbero allontanare la possibilità di un rialzo dei tassi a Giugno su cui si erano rimodulati buona parte dei movimenti delle ultime settimane. Attenzione quindi ai livelli attuali e ai dati sui comparti immobiliare e industriale che, dovessero confermare l’arretramento dei fondamentali, potrebbero innescare un ritorno delle vendite sul biglietto verde e un ritorno delle quotazioni di EURUSD verso quota 1.12.

GBPUSD
La sterlina inglese prosegue nella sua fase di forza dopo il consolidamento del fronte dello “stay” (restare ndr) all’interno dell’Unione Europea. Il cable raggiunge quota 1.47, area di congestione identificata ieri, e si stabilizza nonostante i dati sul PIL nel Regno Unito non particolarmente eclatanti. Attenzione quindi a dati statunitensi del pomeriggio che potrebbero innescare, qualora confermassero l’outlook in deterioramento per i fondamentali USA, un sell off di dollaro e conseguente ritorno degli acquisti sul cable.

USDJPY
Sessione asiatica ancora in altalena per la divisa nipponica che nel rapporto con il biglietto verde passa da quota 110.10 fino in area 109.40 sui brutti dati giapponesi e su un andamento in ribasso per le borse orientali, salvo poi stornare in apertura dei mercati europei fino in area 110.00 su un tentativo di recupero dall’apertura in rosso delle piazze del Vecchio Continente. Il quadro per USDJPY continua ad essere interlocutorio con un’impostazione tendenzialmente positiva anche legata all’esito del G7 che sta avendo luogo proprio in Giappone. Attenzione anche ai dati americani nel pomeriggio che potrebbero confermare l’impostazione interlocutoria nel caso confermassero i fondamentali in deterioramento sui comparti industriale, occupazione e immobiliare che allontanerebbero la possibilità, su cui gli operatori si erano mossi, di un rialzo dei tassi a giugno.

------------------------------

CALENDARIO EVENTI

0 - Commenti