Recupero petrolio e commodities, ma mercati cauti

Al via in queste ore una serie di importanti incontri delle istituzioni europei su diversi temi caldissimi tra cui le negoziazioni con la Turchia sul tema di contenimento dei flussi migratori e l’eurogruppo sulle riforme in Grecia e Cipro.
Dopo la conclusione del congresso del partito comunista in Cina sono trapelati segnali di cauto ottimismo che si sono fatti registrare anche sul fronte commodities che continuano sul percorso positivo.
Il mercato dell’energia è stato investito da una nuova ondata di acquisti, questa volta trascinati dal posizionamento dei fondi speculativi che hanno riportato le quotazioni verso i massimi di periodo: il Brent si attesta questa mattina in area 39.00 $/barile, mentre il WTI a 36.50 $/barile anche per effetto delle previsioni sui dati delle scorte negli Stati Uniti in nettissimo calo rispetto alla settimana precedente.
E l’effetto positivo dell’incremento delle quotazioni del greggio si è fatto registrare sui mercati arabi durante il week end con forti acquisti su tutte le principali piazze mediorientali.

Market Movers
ALL DAY Summit migranti EU-Turchia
04:40 Giappone Discorso Kuroda (BOJ)
08:00 Germania Ordinativi industriali m/m cons. -0.3% prec. -0.2%
11:30 Regno Unito Discorso Carney (BOE) su Brexit
15:00 Eurozona Eurogruppo
18:00 Stati Uniti Discorso Brainard (FED)
18:30 Stati Uniti Discorso Fischer (FED)

EURUSD
Il recupero del biglietto verde che ha interessato le principali valute europee riportandole sui livelli medi della settimana scorsa. L’euro, nello specifico, è passato da 1.10 fino in area 1.0950 sull’apertura dei mercati europei ancora contrastati. L’attenzione oggi è interamente concentrata sugli appuntamenti delle istituzioni europee sul tema migranti e, più tardi nel pomeriggio, sui discorsi di importanti esponenti FED come Brainard e Fischer.

GBPUSD
La sterlina apre in territorio negativo su un sostanziale recupero del biglietto verde che sta interessando le valute europee. La sessione asiatica ha riportato il cable da quota 1.4230 fino in area 1.4120, mentre in apertura dei mercati europei la sterlina torna a respirare riportandosi sopra 1.4150 in attesa dell’audizione del governatore della Bank of England Carney davanti al parlamento sul brexit, il tema caldo di queste settimane.

USDJPY
Lo yen giapponese torna ad apprezzarsi già a partire dalla sessione asiatica dove, dai massimi relativi a 114.00, è passato a quota 113.50 per effetto del ritracciamento del mercato azionario asiatico con l’indice Nikkei della borsa di Tokyo che cede lo 0.61%. L’apertura dei mercati europei, ancora sostanzialmente deboli in attesa della BCE, ha contribuito a rafforzare l’area di consolidamento tra 113.50 e 114.00 in attesa di maggiori spunti.

---------------

CALENDARIO EVENTI

0 - Commenti