N.C.S.P.P.N - PARTE 2

cari raga, ora con grande moderazione e senza incazzarmi vogio fare quattro conti con voi.

Draghi vuole l'inflazione? tutti vogliono l'inflazione. sembra che sta cosa sia un toccasana per ogni economia. Chiedo a voi? ma a voi farebbe comodo avere un tasso di inflazione considerato da quei boriosi economisti (e non aggiungo altri coloriti eufemismi)  come un tasso fisiologico che aiuta la crescita economica? io, ho qualche anno in più di moltissimi di voi. Ho visto la "scala mobile" che ora non spiego nel dettaglio per esigenze di tempo ma se chiedete ai vostri genitori... ve la spiego, in due parole: C'è inflazione? bene, i salari aumentano dello stesso tasso o quasi, su base periodica. Semplice, lineare. Oggi questo meccanismo non c'è più. L'inflazione sale? I salari fanno un passo indietro. Semplice, lineare, come prima; E chi la prende in quel posto sono gli stessi di oggi. Ci è poi stata tolta con la complicità dei vari sindacati di allora. Dove voglio arrivare...numeri alla mano:

il sig. Draghi sarà tanto bravo come conomista, ma non dimentichiamo che lui è un dipendente e deve leccare il culo ai suoi padroni, che altro non sono che i vari azionisti della BCE. Altre banche, per intenderci. Caro Draghi fai anche tu questo conto:

600.000.000.000 somma, da te o chi per te, immessa sul mercato; o meglio sulle banche che avrebbero dovuto immetterla sul mercato. E sabbiamo bene che da lì ben pochi soldi sono usciti. Lo dimostra la scala di valori che indica la velocità di circolazione del denaro. Praticamente....sotto le scarpe.  E sappiamo anche il perchè non sono stati distribuiti. Semplicemente servivano e servono alle banche per coprire i loro buchi.

300.000.000 sono gli abitanti della zona euro. Diamo per scontato che siano tutti morti di fame. Cosa che sappiano non essere vera. Ma considerimoli tutti come degli "squattrinati" e spolpati dalla crisi economica. Se i numeri non sono attinenti vi invito a farmelo sapere.

600 miliari : 300 milioni, a casa mia, dico....a casa mia, fa 2000 euro. liretta più, liretta meno. Cifra che poteva essere distribuita in varie forme e secondo criteri anche di " stringente necessità" ; se non proprio a tutti, ai più squattrinati. O comunque anche solo a quel ceto medio/basso tanto bistrattato. Non sarebbe stato nemmeno necessario spendere tanto; era sufficente anche solo l'impulso. Ora Sfido chiunque, dentro e fuori, questo sito a dimostrarmi che con tale cifra a disposizione non si sarebbe creata ....INFLAZIONE !!!.  signori è .....matematica. Non filosofia. Qualcuno potrà obiettare che molti di questi soldi non sarebbero stati spesi ma semplicemente stati messi in banca. Ecco che torna tutto. Proprio come vuole Draghi. I soldi alle banche. Ma Draghi cosa fa, complice ovviamente di tutto il sistema bancario e finanziario, fa il giro più tortuoso, più lungo, più pericoloso, certamente meno semplice ma altrettanto certamente più semplice per far giungere risorse...indovina un pò a chi? A chi ne ha più bisogno. Le banche appunto.

Quello che mi stupisce è che nessuno gli fa mai qusta domanda in conferenza. So che qualcuno del sito è anche un altolocato commentatore economico/finanziario. Aspetto anche i suoi commenti a riguardo. 

4 - Commenti

Luca Tobaldini - 05/02/2016 13:40 Rispondi

Ahahahahha N.C.S.P.P.N. parte 2!! quando ho visto il titolo mi sono steso dal ridere!!! grande :D

luigi di gennaro - 05/02/2016 14:52 Rispondi

Pensiero personale che vale quanto un pensiero personale può valere.
La politica di espansione finanziaria messa a punto da quasi tutto il mondo negli ultimi 8 anni è stata inizializzata dalla Fed. L’idea di fondo è stata quella di svalutare la moneta, per favorire l’esportazione delle proprie aziende in questo mondo globalizzato, creare occupazione, quindi potere d’acquisto, per ultimo la desiderata inflazione. In questo 2016, sempre la Fed ha deciso di interrompere il soldo facile e gratis alzando gradualmente i tassi d’interesse perché si è accorto che tutti copiavano il sistema (BCE in cima alla lista). Praticamente si stava preparando un collasso bancario nella guerra a chi svaluta di più. Ora però sorge un problema. La Fed ha avuto quello che voleva perché ha accoppiato al soldo facile una politica di agevolazioni per le aziende (Obama). La BCE invece no! E si trova in deflazione. Infatti si parla di QE2, QE3. Andando oltre i confini europei vediamo il Giappone che ha azionato il SUPER QE, abbassando i tassi sotto lo zero. E chissà cosa succederà ancora…

andrea tibaldo - 06/02/2016 10:00 Rispondi

Luigi, Il Giappone ha inziato il QE negli anni novanta ed ancora non ne è uscito. Possibile che non sia di insegnamento a nessuno dei nostri? non esiste peggior cieco di chi non vuol vedere.

emilio grassi - 08/02/2016 08:12 Rispondi

il QE non serve se tutte le BC lo attuano (prima solo il giappone) 

il capitalismo centrato sulla finanza e non sulla produzione tenta di salvare le banche che non guadagnano a tassi così bassi ...e allora?

Gli economisti non ce lo diranno ma gli effetti di questo esperimento li pagheremo sulla nostra pelle fino a quando gli umani si metteranno a ragionare non egoisticamente......utopia...forse ma non c'e alternativa se continua la concentrazione di ricchezza ne vedremo delle.... brutte