La Svizzera ha paura della BCE

Chi si ricorda lo Tsunami del 15 gennaio su EUR/CHF?

La situazionie è analoga fatte le dovute proporzioni. La BNS dovette rimuovere il PEG a 1.20 sul cambio EUR/CHF perchè aveva paura di essere travolta dal Bazooka di Draghi (QE).

Ripassiamo brevemente la storia:

La BCE doveva lanciare il QE (si sapeva che si trattava di una manovra imponente, ma non si conoscevano i dettaglie e le tempistiche)

La BNS, che stava comprando EURO, si sarebbe trovata in portafoglio degli Euro svalutati (o che si sarebbero svalutati).

Intanto la richiesta di Franchi Svizzeri cresceva, in quanto la valuta elvetica rappresenta e rappresentava il bene rifugio per eccellenza.

Cosa sta succedendo adesso?

Giovedi Draghi spiegherà il QE2, e la Yellen si appresta ad uno storico rialzo dei tassi USA.

Con uno scenario del genere il Franco Svizzero puo' solo apprezzarsi e questo alla BNS lo sanno bene. 

Tuttavia alla BNS sanno anche che un CHF troppo forte deprime l'economia reale.

La priorità per Berna è comunque la crescita, visto che la Svizzera sta diventando un importante hub logistico e strategico per tantissime imprese.

Guardiamo ora la figura in allegato:

Da un punto di vista trading siamo tornati su dei livelli di massimo intorno a 1.09 proprio perchè la BNS, opinione personale, ha cercato nelle ultime settimane di svalutare il Franco in attesa delle prossime mosse dall'Europa e dall'America.

Servirà? Secondo me no perchè questa settimana tutti compreranno CHF.

Infatti la mia trade IDEA è questa:

SHORT a mercato stop a 1.0950 target a 1.075

------------------

Visita il sito FORECASTER.BIZ o la sezione CALENDARIO EVENTI

5 - Commenti

luigi di gennaro

luigi di gennaro - 30/11/2015 15:20 Rispondi

luca orlando

luca orlando - 30/11/2015 15:58 Rispondi

massimo bonetti

massimo bonetti - 30/11/2015 18:23 Rispondi

Diego M.

Diego M. - 30/11/2015 20:04 Rispondi

Marco Salerno

Marco Salerno - 01/12/2015 17:28 Rispondi